Show Player

Rugby, Test Match novembre 2017: Italia-Argentina, gli azzurri puntano al bis dopo il successo con le Fiji



Tempo di secondo Test Match autunnale per la nazionale italiana di rugby. Gli azzurri, guidati da Conor O’Shea, affrontano domani alle 15, al Franchi di Firenze, l’Argentina (Diretta Live su OA Sport e in TV su Dmax). Uno stadio che evoca bellissimi ricordi alla squadra tricolore: proprio un anno fa, nell’impianto fiorentino, arrivò uno dei successi più belli nella storia di questo sport in Italia: quello nel Test Match con il Sudafrica. Fondamentale dunque sfruttare tutte le sensazioni positive per provare a battere i Pumas.

Appuntamento importante: mettere in cascina due vittorie consecutive, anche se in Test Match, potrebbe essere una spinta grandissima verso il prossimo Sei Nazioni. I precedenti con i Pumas parlano chiaro: 15 successi argentini, solo 5 per gli azzurri. Da ben 10 anni non arriva un trionfo per gli azzurri: a Cordoba arrivò un 13-12 nel 2008. L’ultima sfida tra le due compagini invece fu l’esordio sulla panchina tricolore per Conor O’Shea: a Santa Fe 30-24 per i padroni di casa.

Per sfidare i Pumas (non in un grande periodo di forma, con sette sconfitte consecutive e l’ultimo match con l’Inghilterra senza particolari spunti positivi) il ct azzurro ha confermato in toto il XV visto settimana scorsa a Catania con le Fiji. Squadra che vince non si cambia: Hayward da estremo, Violi da mediano di mischia, Canna in apertura. La prestazione di sabato non è stata eccezionale, ma si sono visti sacrificio ed alcune giocate di qualità che sono stati apprezzati dal pubblico. Per portare a casa il risultato con i sudamericani servirà però qualcosa in più: il decimo posto (i figiani sono noni) nel ranking mondiale non è del tutto veritiero, in più c’è da considerare che gli azzurri sono tredicesimi, dunque partono sfavoriti (anche per i bookmakers).

Ci si aspetta una grande performance soprattutto da capitan Sergio Parisse, in un match che può essere definito senza problemi un derby: il capitano azzurro è nato e vissuto a La Plata, in Argentina. Reduce da un infortunio, non è apparso al top contro le Fiji, ma la condizione è in crescendo e da un fenomeno di questo calibro i colpi di genio possono arrivare da un momento all’altro.

Loading...
Loading...

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lorenzo Di Cola

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL RUGBY

Loading...

Lascia un commento

scroll to top