Nuoto, Coppa del Mondo Pechino 2017: Sarah Sjoestroem vince il duello con Cate Campbell nei 100 sl, la giovanissima Wang impressiona negli 800 sl

Sarah-Sjoestroem-nuoto-foto-facebook-fina-deepbluemedia.jpg

Ultimi fuochi nella tappa di Coppa del Mondo di nuoto a Pechino (Cina) e sono un po’ i soliti personaggi a monopolizzare la scena. Questo day-2 finale asiatico ha infatti in Sarah Sjoestroem un’attrice protagonista della vasca da 25m.

La scandinava non stecca praticamente mai e fa doppietta nei 100 stile libero e 100 farfalla. Nella prima specialità ha vinto il duello con la neo primatista del mondo, l’australiana Cate Campbell, siglando il crono di 51″25 di due decimi migliore della Campbell. Un confronto appassionante nel quale l’aussie ha cercato di mettere in difficoltà la scandinava passando leggermente più forte a metà gara ma poi il ritorno è stato territorio di conquista della nordica. Terza piazza per l’olandese Ranomi Kromowidjojo (51″91) a completare un podio di grande qualità. Nei 100 delfino invece la lotta è stata meno serrata ed il 55″60 affonda fin dal passaggio ai 50m le mire delle rivali. Alle spalle della Sjoestroem troviamo la cinese Yufei Zhang (56″91) e l’onnipresente Kromowidjojo (57″18).

Non solo il missile svedese in questo atto di World Cup. Anche il russo Vladimir Morozov ha dimostrato di saperci fare. Nei 100 misti ha sfiorato di appena 6 centesimi il primato del mondo sulla distanza da lui stesso detenuto. Il 50″36 è stato sufficiente per battere un Michael Andrew comunque capace di siglare il nuovo primato del mondo giovanile con il tempo di 51″86 a precedere il giapponese Daiya Seto. Morozov che ha concesso il bis nei 50 stile libero, unico ad abbattere la barriera dei 21″ con il crono di 20″83 mettendosi alle spalle il nipponico Shinri Shioura (21″27) ed il forte ucraino Andrii Govorov (21″30). Non hanno voluto poi cedere la scena ad altri sia Katinka Hosszu che Chad Le Clos. La lady di ferro ha timbrato il cartellino nei 200 misti femminili 2’04″64 precedendo l’australiana Emily Seebohm (2’06″62) e la coreana Seoyeong Kim (2’07″96). C’è da dire che la Seebohm si è presa la propria rivincita centrando l’obiettivo nei 50 dorso in 26″28 aggiudicandosi il confronto con la magiara. Per quanto concerne il sudafricano, semplicemente devastante nei 50 farfalla vinti in 22″22 davanti al citato Govorov (22″60) ed al cinese Qibin Zhang (22″88).

A chiosa degna di menzione la ragazzina cinese, classe 2002, Jianjiahe Wang che negli 800 stile libero in 8’12″30 ha siglato il nuovo primato del mondo della distanza a livello giovanile in 8’12″30. Un crono davvero impressionante valso la vittoria facendo meglio della connazionale Yawen Hou (8’16″04) e dell’ungherese Boglarka Kapas (8’16″89).

RISULTATI COMPLETI 

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DEL NUOTO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fina

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top