Maratona New York 2017 – Un’invasione di italiani! 3000 azzurri al via, Nazione più presente: Dossena, Quaglia e Puppi i top runners

emma-quaglia.jpg

La Maratona di New York è indubbiamente uno degli eventi sportivi più affascinanti al mondo, una manifestazione che va oltre la competizione fine a se stessa, una 42km ricca di fascino che ogni anno richiama l’attenzione di migliaia di runners e milioni di appassionati. Domenica 5 novembre saranno ben 50000 i podisti alla partenza della gara più bella al mondo e saranno ben 3000 gli italiani che si cimenteranno tra i cinque distretti della Grande Mela, partendo dal ponte di Verrazzano fino all’arrivo di Central Park.

L’Italia sarà la Nazione straniera più presente alla 47esima edizione della Maratona di New York davanti a Francia, Gran Bretagna e Germania ma saranno soltanto tre gli azzurri inseriti tra i top runners: Sara Dossena, Emma Quaglia e Francesco Puppi. Conosciamoli meglio.

 

SARA DOSSENA. La bergamasca compirà 33 anni il prossimo 21 novembre ed è all’esordio assoluto sulla distanza dopo diverse stagioni da triatleta. Si presenta al via per godersi l’esperienza fino all’ultimo momento, era un suo sogno fin da bambina. Quest’anno ha corso la mezza maratona di Lugano in un buon 1h10:39 (suo personale) dopo che poche settimane prima aveva concluso i 21km a Genova in 1h11:54. Tra le due prestazioni era riuscita a conquistare il titolo italiano dei 10000m (su pista).

Questi risultati di rilievo sono arrivati nel pieno di un allenamento per un mezzo Ironman. Nella Grande Mela ha già corso a giugno (nona alla Mini 10k) ma alla Maratona vera e propria ha pensato soltanto a fine agosto dopo la sfortunata partecipazione ai Mondiali di duathon. La Dossena imposterà un ritmo da 3:33-3:35 al chilometro con la voglia di divertirsi ritornando all’atletica, suo primo amore (era stata anche bronzo U23 con la squadra agli Europei di cross 2006) che aveva abbandonato a causa di diversi infortuni.

EMMA QUAGLIA. Il nome di spicco, già sesta ai Mondiali 2013 ma per la prima volta pronta a gareggiare a New York dopo che nel 2012 la prova era stata annullata a causa delle conseguenze dell’uragano Sandy. Medico di professione, la 37enne ligure vanta un personale di 2h28:15 corso a Torino nel 2012, proprio l’anno in cui avrebbe dovuto correre nella Grande Mela e una stagione prima del suo eccezionale risultato nella rassegna iridata di Mosca (quando la sua grande amica Valeria Straneo conquistò l’argento). In stagione ha invece fermato i cronometri su 2h34:33 a Vienna ma la gara è stata condizionata dal meteo avverso. Emma si è dichiarata in buone condizioni e il secondo posto ottenuto un mesetto fa nella mezza di Darfo Boario (1h12:58, secondo tempo di sempre) è parecchio confortante.

FRANCESCO PUPPI. Il Campione del Mondo di corsa in montagna (lunghe distanze). Il 25enne di Guanzate (Como) è al debutto assoluto in Maratona e durante la trasferta di New York finirà di scrivere la tesi magistrale in fisica (deve discutere la tesi a fine novembre). Quest’estate è stato sbalorditivo in altura a Premana e con l’iride si presenta nella Grande Mela per realizzare un sogno. Ha corso la mezza maratona di Bedizzole in 1h08:39 e si è allenato mentre era impegnato a scrivere la tesi sulla caratterizzazione e fabbricazione di un elettrodo per celle fotovoltaiche. Un super fisico pronto a dire la sua anche a New York.

 

Tra gli altri nomi segnaliamo anche quelli della comasca Gloria Giudici (due argenti mondiali a squadre in montagna), l’ultramaratoneta Hermann Achmuller e il 45enne Leonardo Cenci che da 6 anni sta combattendo con un cancro incurabile ai polmoni.

 





(foto FIDAL/Colombo)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top