F1, Toto Wolff: “Il Mondiale più difficile. Non ho mai visto Hamilton competere ad un livello così alto”

wikipedia.jpg

Con il Mondiale piloti e costruttori 2017 di F1 in bacheca, il Team Principal della Mercedes Toto Wolff ha di che rallegrarsi per i riscontri di questa stagione.

Un campionato che nell’ultima parte è stato dominato dalle Frecce d’Argento grazie ad un Lewis Hamilton sontuoso (4° titolo per il britannico come Sebastian Vettel ed Alain Prost) ma lottato con la Ferrari, ritenuta da Woff una rivale di alto profilo, senza dimenticare gli ultimi ottimi risultati della Red Bull, a segno in Malesia ed in Messico con Max Verstappen: “Quest’anno è stato sicuramente il più difficile da gestire, perché la Ferrari ha alzato il livello e pure la Red Bull è entrata in partita – ha dichiarato in un’intervista riportata dalla Gazzetta dello Sport – Come squadra sei sempre in una situazione più comoda quando sai che è uno dei tuoi due piloti che sta per vincere il titolo, anche se non è sempre facile controllare la rivalità interna: sono molto orgoglioso del primo mondiale nel 2014, perché eravamo ansiosi di vincere, ma questo è stato il più difficile di tutti“.

Il Team Principal della Stella a tre punte ha sottolineato i grandi meriti del “suo” pilota, Hamilton: “Lavoro con lui da cinque anni e non l’ho mai visto competere a un livello così alto: il suo ritmo puro è spettacolare, capisce i pneumatici e anche una vettura non facile da guidare. Dopo un difficile momento ad Abu Dhabi l’anno scorso, in una serata a casa mia ci siamo trasmessi le frustrazioni cresciute nel corso degli anni e le abbiamo eliminate. Lì entrambi abbiamo sentito un senso di sollievo, il rapporto è salito di livello e dopo la pausa invernale Lewis è tornato con una diversa mentalità: è diventato più forte nel corso dell’anno e anche il rapporto con Bottas è stato importante. Era un pezzo importante del puzzle“.

E poi una riflessione sulla W08 Hybrid ritenuta, in una fase della stagione, una “Principessa Capricciosa” difficile da mettere a punto ma straordinariamente veloce su cui bisognerà lavorare in vista del futuro: Vogliamo mantenere le caratteristiche che cui piacciono della nostra diva, ma sbarazzarci di quelle che ci hanno creato difficoltà. Molte squadre hanno lottato per capire le nuove auto e le gomme, perché funzionano un giorno sì e uno no. Se guardiamo le statistiche, la W08 è stata la vettura più veloce con il pilota più veloce, ma abbiamo avuto anche difficoltà e alti e bassi e in cui abbiamo lottato. Dobbiamo quindi capire bene e ottimizzare il lavoro per il prossimo anno. Non lasceremo nulla di intentato“.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI FORMULA UNO 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Wikipedia

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top