Champions League 2017-2018: il Napoli si qualifica agli ottavi se…Le possibili combinazioni. Serve tifare per il Manchester City

Insigne-Napoli-Gianfranco-Carozza.jpg

La notte del San Paolo non è fortunata per il Napoli di Maurizio Sarri che, nel quarto incontro del gruppo F della Champions League 2017-2018, è costretto a subire la terza sconfitta per mano di un Manchester City cinico e concreto. Il 4-2 finale è uno score troppo pesante per i partenopei, brillanti nei primi 30′, capaci di mettere alle corde la compagine di Pep Guardiola con un Lorenzo Insigne sontuoso (autore del gol del vantaggio). Poi l’infortunio di Ghoulam ha scombussolato i piani di gioco dei padroni di casa, costretti a subire i gol di Otamendi e Stones su palla inattiva. Nella ripresa un rigore concesso per fallo di Sané su Albiol e realizzato da Jorginho restituisce ossigeno ai napoletani ma poi prima Aguero e poi Sterling affossano definitivamente gli azzurri. E ora per la qualificazione agli ottavi di finale si fa dura considerando la vittoria odierna degli ucraini Shakhtar Donetsk (3-1) contro gli olandesi del Feyenoord.

 

CLASSIFICA GRUPPO F:

Classifica: Manchester City 12 (qualificato agli ottavi di finale) Shakhtar Donetsk  9 Napoli 3 Feyenoord 0

 

IL NAPOLI SI QUALIFICA AGLI OTTAVI DI FINALE SE:

  • Battere gli ucraini Shakhtar al San Paolo o per 1-0 o con due gol di scarto (che cancelli il 2-1 nel match perso dai napoletani in trasferta) e poi dover fare lo stesso contro il Feyenoord in Olanda all’ultima giornata sperando però che il Manchester City, già qualificato, vinca in Ucraina.

In sostanza gli uomini di Sarri debbono tifare per i Citizens che arriveranno, verosimilmente, in vetta alla graduatoria del girone, affrontando nel penultimo turno i non irresistibili orange in casa.

 





CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Gianfranco Carozza

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top