Calcio, i precedenti dell’Italia a San Siro. Il bilancio parla chiaro…

Stadio-San-Siro-Meazza-Calcio-Wikipedia.jpg

Dopo la sconfitta per 1-0 dell’andata, l’Italia cerca il pass per i Mondiali 2018 contro la Svezia. Per la gara di ritorno lo scenario stabilito dalla Federazione è stato il San Siro di Milano. Si tratta dello stadio più affascinante d’Italia, il più capiente, quello che può offrire la migliore atmosfera possibile per un incontro di quest’importanza, come dimostrano gli oltre 65mila biglietti già venduti. A dare forza a questa scelta, però, sono anche i numeri.

Milano è la seconda città in cui l’Italia ha disputato più partite dopo Roma (56 contro 58), ma è la città in cui ha ottenuto più vittorie (37 contro 34). Sono solo le due infatti le sconfitte rimediate nel capoluogo lombardo, entrambe contro l’Ungheria, ma rimediate una all’Arena Civica e l’altra al Campo di Viale Lombardia. Le statistiche al “Giuseppe Meazza” parlano chiaro. In 42 partite disputate a San Siro l’Italia non ha mai perso, raccogliendo 31 vittorie e 11 pareggi.

La prima partita risale al 20 febbraio 1927, quando gli azzurri pareggiarono per 2-2 contro la Cecoslovacchia. Oltre un anno dopo il secondo incontro, la prima vittoria, in amichevole contro l’Olanda per 3-0. Nel 1931, poi, la prima vittoria in un torneo ufficiale, contro l’Austria nella Coppa Internazionale (2-1), mentre tre anni dopo il Meazza ospitò prima un incontro di qualificazione (3-0 contro la Grecia), poi la semifinale del Mondiale del 1934 (1-0 all’Austria), vinto dall’Italia. Dopo 9 vittorie consecutive un altro stop arrivò nel 1939 (2-2 contro l’Inghilterra) e solo dopo il periodo bellico l’Italia è tornata a giocare in maniera stabile a San Siro.

Sempre senza mai perdere. Come nel 1966, quando l’Italia di Gianni Rivera annichilì per 3-0 in amichevole il Brasile di Pelè. Non sono mancati passi falsi: nel 1980, gli azzurri aprirono l’Europeo casalingo con un brutto 0-0 contro la Spagna. In tempi più recenti, ancora, San Siro è stato lo scenario della grande serata di Pippo Inzaghi con la maglia della Nazionale, quando siglò una tripletta che stese il Galles (4-0) sul percorso verso Euro 2004. Nel 2005 fu la Scozia a cadere al Meazza (2-0) al cospetto dell’Italia che poi fu campione del Mondo in Germania, mentre nel 2007 la squadra di Donadoni non andò oltre lo 0-0 con la Francia.

Risale al 2012, l’ultima vittoria dell’Italia a San Siro, un secco 3-1 contro la Danimarca sulla strada per l’Europeo. Da allora sono arrivati tre pareggi, due con la Germania (in amichevole nel 2013 e 2016, ultima partita giocata) e uno con la Croazia per 1-1 nel 2014, una delle prime partite della gestione Conte nel corso delle qualificazioni agli Europei.

Restringendo il conto dei precedenti alle sole partite di qualificazione ai Mondiali, il bilancio parla di 7 vittorie su 7 incontri disputati. Davvero non male.

Ultima curiosità: sono quattro i precedenti dell’Italia a Milano contro la Svezia. La prima partita fu giocata a Viale Lombardia nel 1924 e terminò in parità (2-2); le altre tre a San Siro, terminate tutti con una vittoria degli azzurri. Nel 1971 finì 3-0 (qualificazioni Europei), nel 1973 2-0 in amichevole e nel 1984 1-0, sempre in amichevole. Il bilancio parla chiaro…

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Flickr Priscilla Jordao via Wikimedia Commons (CC BY-SA 2.0)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top