Rally Spagna, Mondiale 2017: il duello iridato tra Sebastien Ogier e Thierry Neuville riparte dalla Catalogna. Ott Tanak terzo incomodo

Dopo oltre un mese di pausa il Mondiale 2017 di rally riparte per la volata finale con le ultime tre gare. Il primo appuntamento sarà il Rally di Spagna, in programma sulla Costa Daurada della Catalogna dal 5 al’8 ottobre. Si riparte soprattutto da Sebastien Ogier e Thierry Neuville. Il francese è tornato in testa alla classifica iridata dopo l’ultima gara, corsa in Germania, quando si è accontentato del terzo posto visti i problemi del suo rivale, finito poi 44°. Il vantaggio del pilota della Ford è di 17 lunghezze. Un bottino consistente, ma non abbastanza da stare tranquillo in vista dell’appuntamento spagnolo.

Soprattutto considerando quello che è successo nelle ultime due gare, sembrate più delle corse ad eliminazione. Se in Germania, come detto, è stato Neuville a soffrire con la sua Hyundai, rompendo la posteriore sinistra all’inizio della terza giornata, nella gara precedente, in Finlandia, Ogier era stato costretto al ritiro per via di una rottura alla sospensione addirittura nella prima speciale. Entrambi hanno avuto tempo per ricaricare le batterie per dare vita all’ennesimo capitolo della loro rivalità sulle strade della Catalogna. A fare la differenza in questa lotta, oltre al rendimento dei due protagonisti, sarà ovviamente anche il ruolo degli “attori” secondari. Su tutti l’estone Ott Tanak, vincitore in Germania, così come il finlandese Jari-Matti Latvala, tornato in top-5 nell’appuntamento tedesco dopo i problemi avuti in Polonia e Finlandia.

Il percorso inizierà con il classico show-down del giovedì sera sulle colline ad ovest della regione catalana. Dal giorno dopo, invece, si inizierà a fare sul serio con le speciali, già percorse lo scorso anno, sullo sterrato di Caseres e Bot prima della prova di Terra Alta, la più lunga ed insidiosa con diversi cambi di superficie tra asfalto e sterrato. Sabato, invece, si passerà all’asfalto del nord-est, con due prove inedite rispetto al 2016, El Pont d’Armentera e Savallà, prima di concludere la giornata a Salou, in riva al mare. Domenica, infine, ci saranno altre tre prove nuove, ma su strade già conosciute e percorse con itinerari differenti negli scorsi anni, ed il gran finale con il power stage di Santa Marina, che ritorna per la prima volta dal 2012.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL RALLY

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Facebook Sebastien Ogier

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Judo: guai alle ginocchia per Priscilla Gneto, Pape Doudou Ndiaye e Loïc Pietri

Ginnastica, Mondiali 2017 – Italia pronta per le qualificazioni: la formazione azzurra e tutti i terzetti