Golf, Open d’Italia 2017. Francesco Molinari gongola: “Partire bene era importante”. Paratore: “Chicco è il favorito”

Francesco-Molinari-Golf-Valerio-Origo.jpg

Un avvio da sogno per Francesco Molinari nell’Open d’Italia 2017. L’azzurro ha mandato la platea in visibilio, chiudendo il primo giro in testa alla classifica e ponendo le basi per un’altra straordinaria impresa dopo il trionfo dello scorso anno sul percorso par 71 del Golf Club di Milano. “Era importante partire bene sin dal primo giorno, – ha dichiarato Molinari – ma il passato non conta e si riparte da zero, senza tener conto di quanto è stato fatto nel 2016. Per me resta una grande emozione tornare qui davanti a questo splendido pubblico e domani proverò a divertirmi ancora, ripartendo da questo primo risultato importante. Non mi preoccupa l’idea di poter vincere di nuovo o gli avversari molto forti, semmai la pressione viene dal pubblico e dalle aspettative di tutti quelli che mi seguono”.

Ma l’Italia si gode anche l’ottima prova di Renato Paratore, che ha chiuso il primo giro in 68 colpi ed ora è sornione al 31° posto in compagnia di altri due azzurri, Edoardo Molinari e Nino Bertasio. “Ho iniziato bene, – ha raccontato Paratore – poi un double bogey mi ha un po’ frenato, ma mi sono ripreso in fretta e nelle ultime nove buche ho sfoderato ottime giocate chiudendo a quota -3. I tifosi mi danno una carica notevole”. Paratore non ha dubbi sul favorito per la vittoria finale: “Per me il principale candidato alla vittoria è Francesco Molinari. Io devo migliorare nella solidità del mio gioco”. Manassero, invece, non può gioire e domani dovrà impegnarsi a fondo per evitare il taglio e risalire la classifica. “Speravo in un risultato migliore. – spiega il talento nativo di Negrar – Il campo è in condizioni perfette e migliora anno dopo anno. Molinari mi ha destato un’impressione eccellente e mi sembra in grandissima forma. Da parte mia, riparto da alcuni aspetti positivi, domani sarò più aggressivo”.



mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto di Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top