Ginnastica, Mondiali 2017 – Oggi l’Italia si gioca tutto! Azzurre in qualifica, Ferrari e compagne vogliono brillare

foto-Federginnastica-e1507072346217.jpg

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLE QUALIFICHE: ITALIA IN PEDANA

 

C’è bisogno di un’Italia arrembante e aggressiva per provare ad alzare la voce ai Mondiali 2017 di ginnastica artistica. Oggi le azzurre disputeranno il turno di qualificazione (alle ore 22.00) e cercheranno di mettersi in mostra nel contesto più importante. Non ci presentiamo al massimo delle nostre potenzialità, la nostra stagione è stata problematica tra infortuni e rientri difficoltosi, l’impossibilità di schierare i piccoli fenomeni per regolamento ci toglie delle carte importanti: il quartetto scelto da Enrico Casella è un mix di veterane e di giovani.

Arriviamo a Montreal (Canada) a fari spenti, senza particolari ambizioni ma con l’obbligo di fare bella figura, per dimostrarci comunque a un discreto livello internazionale e tenere caldo il terreno in vista dell’imminente futuro. La rincorsa verso le Olimpiadi di Tokyo 2020 parte proprio da quella città che 41 anni fa ospitò i Giochi di Nadia Comaneci, questa volta madrina dell’evento.

Ancora una volta la nostra capitana sarà Vanessa Ferrari, all’ottava recita iridata: semplicemente un fenomeno. La Leonessa è tornata in pista dopo un anno complicatissimo caratterizzato dall’operazione al tendine d’Achille dopo il quarto posto alle Olimpiadi di Rio 2016. La bresciana, a quasi 27 anni, ha ancora voglia di stupire, di strabiliare, di mettersi in mostra. Ci crede tantissimo, vuole seriamente battagliare per un posto in finale soprattutto al quadrato, il suo attrezzo di punta dove potrebbe portare in gara lo stesso esercizio ammirato in Brasile e infarcito di difficoltà: sulle note dei Carmina Burana può far saltare il banco ma servirà una vera e propria impresa, un numero di cui solo una fuoriclasse come lei può essere capace.

Lara Mori sarà la nostra unica generalista: la toscana disputerà l’all-around e non dovrebbe avere problemi a entrare tra le migliori 24 che si giocheranno la finale. La sua stagione è stata eccellente, culminata con il quarto posto al corpo libero agli Europei: è in grande forma fisica, ha dovuto rivedere qualcosina dopo la prova podio ma sembra avere il passo giusto per poter dire la sua e brillare. L’obiettivo è chiaro ed è nel mirino dell’allieva di Stefania Bucci che torna a Montreal dopo le Olimpiadi 1976 quando era in pedana da ginnasta.

Sara Berardinelli, Campionessa d’Italia alla trave, è la più piccola del gruppo e deve ancora compiere 16 anni: al suo esordio in una rassegna iridata sarà sicuramente emozionata ma ha ottime doti per mettersi in luce, soprattutto sul suo attrezzo di punta e alle parallele. Desiree Carofiglio è invece un anno più grande, si punta soprattutto sul suo corpo libero che in stagione è stato gradevole, attenzione perché la milanese proverà i due salti al volteggio. Gireremo insieme a Francia e Germania, avremo in riferimenti delle suddivisioni precedenti e gareggeremo prima di USA, Cina e Giappone.

 





(foto Federginnastica)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top