F1, GP Stati Uniti 2017: Toro Rosso, chi correrà ad Austin? Pierre Gasly sarà impegnato in Super Formula, tornerà Daniil Kvyat. Chi lo affiancherà?


Sedili vuoti in casa Toro Rosso. La scuderia “sorellina” della Red Bull ma con base in Italia, a Faenza, si trova a fronteggiare un bel problema in vista del Gran Premio degli Stati Uniti, in programma ad Austin tra il 20 e il 22 ottobre prossimi. La Renault ha deciso di accelerare i tempi, appiedando Jolyon Palmer ed affidando il volante a Carlos Sainz già per questo finale di stagione. Una mossa inaspettata in casa Toro Rosso, in difficoltà per la prossima gara, dovendo trovare un sostituto non solo per lo spagnolo, ma anche per Pierre Gasly. Il francese ha corso gli ultimi due Gran Premi ma proprio nel weekend in cui si correrà ad Austin è in programma il round giapponese del campionato Super Formula, che lo vede primo e con possibilità di titolo. Si è discusso a lungo – con tanto di potenziale conflitto di interessi visto che Gasly corre con la Honda – ma alla fine la Toro Rosso, direttamente per voce di Helmut Marko ha deciso di non negargli questa opportunità.

Nonostante questo lasci scoperti entrambi i sedili. Uno dei due se lo accaparrerà di nuovo Daniil Kvyat, il quale era stato lasciato a piedi proprio da Gasly. Il ritorno del russo non è mai stato in discussione – era previsto anche dal suo contratto – ed ecco che l’occasione si è presentata. Sul secondo nome, invece, nessuna certezza. Il nome più gettonato è stato quello di Robert Kubica, al centro di continue voci che lo voglio al rientro in Formula 1. Un ritorno allontanato, però, dal suo manager Nico Rosberg che ha dichiarato che “se ti getti in pista senza test rischi di perdere e affogare, noi procederemo per gradi continuando il progetto in ballo con la Williams“.

Altre alternative suggestive sono quelle che portano i nomi di Alexander Rossi, vincitore della 500 miglia di Indianapolis dello scorso anno, e di Josef Newgarden, fresco di titolo del campionato Indy Car. Suggestioni legate al fatto che si corre “in casa” di Liberty Media, proprietario della Formula 1. Si è parlato quindi del russo Sergey Sirotkin o di un pilota giapponese spinto da Honda (che il prossimo anno fornirà i motori alla Toro Rosso), ovvero il giovane Nobuharu Matsushita o addirittura Takuma Sato. Più probabile, infine, che si ricorra all’usato sicuro, ovvero il francese Sébastien Buemi. Una margherita di nomi che Helmut Marko pare abbia già sfogliato. Sappiamo chi sarà il sostituto e lo scopriremo martedì prossimo“. Chi sarà?

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI FORMULA 1

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

scroll to top