Rugby, Pro14: Ospreys-Zebre 22-13. I ducali cedono nel finale e recriminano per la mancanza del TMO

Buon esordio per le Zebre nel rinnovato Pro14 di Rugby: la franchigia italiana cede per 22-13 a Swansea in casa Ospreys, vedendo svanire nel finale il punto di bonus difensivo. La squadra di Parma però recrimina, come riportato anche sui social network, per l’assenza di copertura televisiva dell’incontro, che impedisce il ricorso al TMO.

Partono subito forte nel primo tempo i padroni di casa con la meta al 3′ di gioco di Keelan Giles, ma James Hook non converte e così si resta sul 5-0. Gli ospiti non demordono ed al nono accorciano grazie al piazzato di Carlo Canna. All’11’ il giallo rifilato a Ben John consente agli italiani di giocare con l’uomo in più per 10 minuti, ma proprio al termine dell’inferiorità numerica i padroni di casa trovano i pali con Hook e si portano sull’8-3. Proprio quando la partita sembra destinata ad andare al riposo con questo punteggio, al 40′ va in meta Va’afu Fia, con Hook che stavolta trasforma: 15-3.

Nella seconda frazione ancora una punizione di Canna al 42′ riporta gli ospiti sul 6-15, ma George Biagi al 54′ si becca anche lui il cartellino giallo, obbligando le Zebre all’uomo in meno. Al 58′ però le Zebre rischiano di andare in meta, ma secondo l’arbitro l’ovale non viene schiacciato al suolo: non c’è copertura TV, dunque niente TMO e decisione arbitrale che non può essere smentita dalle immagini. Pressione ospite premiata al 70′, in parità numerica, con lo stesso Canna che prima va in meta e poi trasforma. Proprio quando il bonus difensivo sembra cosa fatta, al 79′ arriva la seconda meta personale di Giles, con Davies che trasforma, negando alle Zebre quello che sarebbe stato un meritato punto, fissando il risultato finale sul 22-13.

TABELLINO
OSPREYS-ZEBRE 22-13

Marcatori Ospreys – Mete: 3′,79′ Giles, 39′ Fia. Trasformazioni: 39′ Hook, 79′ Davies. Punizioni: 21′ Hook.
Marcatori Zebre – Mete: 70′ Canna. Trasformazioni: 70′ Canna. Punizioni: 8′,42′ Canna.

Ospreys: 15 Dan Evans, 14 Keelan Giles, 13 Ben John, 12 Cory Allen, 11 Jeff Hassler, 10 James Hook, 9 Tom Habberfield (c), 8 Dan Baker, 7 Justin Tipuric, 6 Olly Cracknell, 5 Rory Thornton, 4 Bradley Davies, 3 Ma’afu Fia, 2 Sam Parry, 1 Paul James. A disp.: 16 Scott Otten, 17 Nicky Smith, 18 Rhodri Jones, 19 Lloyd Ashley, 20 James King, 21 Reuben Morgan-Williams, 22 Sam Davies, 23 Kieron Fonotia.
Zebre: 15 Matteo Minozzi, 14 Giulio Bisegni, 13 Mattia Bellini, 12 Tommaso Castello (c), 11 Gabriele Di Giulio, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Giovanni Licata, 7 Renato Giammarioli, 6 Derick Minnie, 5 George Biagi, 4 David Sisi, 3 Dario Chistolini, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti. A disp.: 16 Tommaso D’Apice, 17 Andrea De Marchi, 18 Roberto Tenga, 19 Leonard Krumov, 20 Jacopo Sarto, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Tommaso Boni, 23 Ciaran Gaffney.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Zebre

roberto.santangelo@oasport.it

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Pro14 2017-2018 Rugby

ultimo aggiornamento: 02-09-2017


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Europei 2017: Belinelli e Datome trascinano l’Italia, Ucraina al tappeto. Ottavi di finale vicini

Basket, Europei 2017: Italia-Ucraina 78-66, le pagelle. Marco Belinelli show! Bene anche Aradori e Datome