Volley, CAMBIANO LE REGOLE! Oggi la RIVOLUZIONE ai Mondiali U23: nuovo sistema di punteggio, 7 set ai 15 punti, modifiche al servizio

Pallone-Volley1.jpg

Oggi iniziano i Mondiali U23 di volley maschile e potrebbe essere un momento epocale per la storia della pallavolo! A Il Cairo (Egitto), infatti, si giocherà con il nuovo regolamento varato della FIVB: una sperimentazione che, se dovesse avere successo, potrebbe entrare in vigore anche nelle competizioni internazionali di maggior importanza cambiando nuovamente questo sport dopo l’introduzione dell’attuale rally point system che cancellò il cambiopalla ormai vent’anni fa.

Si giocherà infatti con il nuovo sistema dei punteggi: partite sulla distanza dei 7 set, ciascuno ai 15 punti (ma sempre con la regola del doppio vantaggio). Vince l’incontro la squadra che conquista per prima 4 set: le vittorie per 4-0, 4-1 e 4-2 garantiscono tre punti mentre i successi per 4-3 valgono 2 punti, la sconfitta al parziale decisivo assicura 1 punto.




 

Non finisce qui! Cambia anche la regola sul servizio: i giocatori, quando batteranno, dovranno atterrare prima della linea dei nove metri dunque non si può ricadere in campo dopo aver impattato il pallone! Uno stravolgimento epocale. Fortunatamente è stata abolita la proposta che prevedeva di atterrare prima della linea dei 3 metri in caso di attacco dalla seconda linea.

Altri tre piccoli accorgimenti: intervalli tra i set ridotti a 2 minuti (attualmente si gioca con le pause di 3 minuti), tolti i time-out tecnici, cambio di campo ogni due set. Ricordiamo che l’Italia non parteciperà a questo evento. La nostra Nazionale sarà assente anche ai Mondiali U23 femminili, in programma in Slovenia a inizio settembre e che si svolgeranno con le medesime regole. Ci eravamo qualificati con entrambe le squadre ma si è deciso di non presentarsi.

 

WEB TV

One Reply to “Volley, CAMBIANO LE REGOLE! Oggi la RIVOLUZIONE ai Mondiali U23: nuovo sistema di punteggio, 7 set ai 15 punti, modifiche al servizio”

  1. Nany74 ha detto:

    Va beh, oramai anche i sassi sanno come la penso circa queste modifiche praticamente inutili, dettate solo dall’ignoranza di chi le propone. 7 set ai 15 punti….il senso? Tagliare i tempi tv? Mantenendo 2 time out discrezionali per ogni set? Con 15 punti e 4 interruzioni (più 1 una richiesta di formazione a testa, più 6 cambi per squadra) il risultato sarà che non vedremo mai più di un punto alla volta senza un qualche stop di varia natura. Per come la vedo io: se vogliono tagliare i tempi tv, così fanno il contrario, mentre se vogliono rendere più appetibile questo sport, addirittura fanno un danno allucinante! Vedere 2 squadre di energumeni che si interrompono ogni 2 secondi di certo non favorirà lo spettacolo, ma la noia, soprattutto in tv. Circa il servizio senza ricaduta in campo, boh, vogliono limitare gli aces? Bastava proibire la battuta spin, ma significa comunque snaturare il gioco di quelle squadre che puntano tutto sul servizio, senza contare che gli errori in battuta aumenteranno, con buona pace dello spettacolo (detta tra noi, la sfilza di aces dello Zar per me è stata più che spettacolare……..). Meno male che almeno la troiata della schiacciata da seconda linea l’hanno lasciata perdere……………
    Penso che noi appassionati di volley avremo davvero bisogno di un intervento “superiore” per ridare il senno a certe teste pensanti……altro che modifiche continue al regolamento!!!

Lascia un commento

scroll to top