Calcio, Play-off Champions League 2017-2018: Napoli-Nizza 2-0. Mertens e Jorginho spingono i partenopei verso la fase a gironi

Insigne-Napoli-Gianfranco-Carozza.jpg

Il Napoli batte il Nizza per 2-0 nell’andata del PlayOff di Champions League giocata al San Paolo e vede la fase a gironi della massima competizione europea per club. A decidere la gara sono state le marcature di Dries Mertens al 13′ e di Jorginho, su rigore, al 70′.




Nel primo tempo il Napoli ha letteralmente dominato: sin dai primi minuti i partenopei hanno schiacciato i transalpini nella propria metà campo e la prima grande occasione è arrivata già all’8′ con Callejon. Lo spagnolo ha sfruttato un gran lancio di Hamsik che lo ha messo solo davanti a Cardinale ma poi non ha inquadrato la porta con il suo colpo di testa. Passano altri 5′ ed i campani vanno in vantaggio: altro gran lancio di Hamsik, la trappola del fuorigioco non scatta e Mertens può anticipare il portiere avversario in uscita ed insaccare a porta vuota. E’ il gol che spacca la partita: la squadra italiana giocherà stabilmente nella metà campo avversaria praticamente fino a fine match. Allo scoccare del primo quarto d’ora di gioco, sempre Mertens, davvero in palla, ci prova in rovesciata su sponda di Callejon, ma la sfera lambisce il palo finendo fuori. Al minuto 21 ancora il belga si inventa una gran giocata nell’area avversaria, seminando il panico nella retroguardia nizzarda, ma, dopo aver dribblato tre avversari si perde al momento del tiro in porta. A ruota il Napoli ci prova ancora, stavolta con Hysaj, che tenta il filtrante per Mertens, ma il belga stavolta è anticipato da Dante, che evita guai seri ai suoi compagni di squadra. Alla mezz’ora è ancora una sponda aerea di Callejon a mettere in moto Mertens, ma ancora una volta il calciatore del Napoli perde il duello contro Dante, che riesce a spazzare. La sfida si ripete al 35′ quando Hamsik inventa un nuovo filtrante dei suoi per Mertens che viene fermato in area dal tackle del difensore avversario ancora una volta capace di un pregevole intervento. Al 36′ si fa vedere il Nizza in avanti, con un bel diagonale di Koziello, che, entrato in area dal lato corto di destra tenta la conclusione sul palo lontano, non trovando per poco lo specchio della porta. Il finale di empo è di marca francese: al 40′ Saint-Maximin, portato praticamente in carrozza da Albiol fino al limite dell’area napoletana, ha tentato la conclusione col destro cercando più la potenza che la precisione, ma il suo tiro non ha inquadrato la porta difesa da Reina.

Nel secondo tempo a salire in cattedra è Lorenzo Insigne: al 48′ grande azione personale ed ingresso in area dal lato corto di sinistra. La sua conclusione a giro sul palo lontano viene deviata in angolo. Al 51′ sempre Insigne trova il palo al temine di una stupenda azione ben orchestrata da Hysaj e Callejon: su sponda dell’iberico l’accorrente Mertens va alla conclusione, ma il suo tiro è respinto da Cardinale. Si avventa sulla palla Insigne che, comunque in equilibrio precario, centra il legno. Ancora Insigne, rientrato in campo rigenerato dall’intervallo, al minuto 54 ci riprova con la sua solita sgroppata sull’out sinistro per tentare il destro a giro, ma stavolta il portiere avversario è bravo a bloccare. Dopo un’ora esatta di gioco finisce la gara di Hamsik, con Sarri che richiama lo slovacco per far entrare Zielinski, ma è ancora il Napoli a sfiorare il gol del raddoppio: ancora un’azione impostata da Allan che gira verso Callejon, l’iberico la mette in mezzo all’altezza del dischetto per l’accorrente Mertens che conclude di prima intenzione senza però trovare la porta. Le azioni tambureggianti dei partenopei mandano in crisi i francesi, come al minuto 67, quando Souquet, nel tentativo di anticipare di testa Callejon, centra la traversa della propria porta sfiorando un clamoroso autogol. Il raddoppio del Napoli è solo rinviato: al 69′ Ghoulam sfonda sulla corsia sinistra e serve Mertens proprio al limite dell’area. Il belga viene steso da Jallet pochi centimetri dopo il suo ingresso in area, guadagnandosi un preziosissimo rigore: Jorginho trasforma mettendo in cassaforte il risultato ed il passaggio del turno. Al 75′ entra in campo Milik al posto di uno stremato Mertens, poi il Nizza perde la testa: al 79′ espulsi Koziello e Plea. Il primo, poco prima di essere sostituito, ha messo giù in scivolata Zielinski e l’arbitro gli ha sventolato il cartellino rosso, mentre il secondo ha ricevuto lo stesso trattamento in seguito alle accese proteste seguenti la decisione del direttore di gara: per lui secondo giallo e doppia superiorità numerica per i campani. Il Napoli però non concretizza: all’86’ Callejon crossa al centro per Milik consegnandogli praticamente un cioccolatino da spingere soltanto in fondo al sacco, ma l’attaccante partenopeo manca clamorosamente l’appuntamento con la palla. I campani non riescono a trovare la terza marcatura, che avrebbe reso una semplice formalità la gara di ritorno, dovendosi accontentare del 2-0 in una gara che avrebbe potuto vedere un divario finale molto più ampio.

TABELLINO
NAPOLI-NIZZA 2-0
Marcatori: 13′ Mertens, 70′ rig. Jorginho
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Raúl Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (dall’85’ Rog), Jorginho, Hamsik (dal 60′ Zielinski); Callejón, Mertens (dal 75′ Milik), Insigne. All.: Sarri.
Nizza (4-2-3-1): Cardinale; Souquet, Dante, Le Marchand, Sarr (dal 60′ Boscagli); Koziello, Seri; Jallet (dal 95′ Burner), Lees-Melou, Saint-Maximin (dall’82’ Walter); Pléa. All.: Favre.
Note: Ammonito Insigne. Espulsi Koziello e Plea al 79′.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Gianfranco Carozza

roberto.santangelo@oasport.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top