Tuffi grandi altezze, World Series Red Bull 2017: tornano Polignano a Mare e Alessandro De Rose

L’anno scorso arrivò quarto davanti a 70 mila persone, quest’anno vuole migliorarsi. Dovesse farcela, Alessandro De Rose – l’unico cliff diver italiano, uno dei più giovani dell’intero circuito Red Bull con soli 25 anni – conquisterebbe un risultato storico: il suo primo podio alle World Series dei tuffi dalle grandi altezze.

Le stupende scogliere di Polignano a Mare (Bari), in cui per raggiungere la piattaforma alta 27 metri bisogna passare dal salotto e dal terrazzo di un’abitazione privata, attendono la terza tappa stagionale. Nel fine settimana De Rose, che dal 28 al 30 luglio volerà a Budapest per il secondo Mondiale Fina della sua carriera, sarà in gara grazie a una wild card. A inizio estate è arrivato ottavo in Irlanda, poi ha saltato l’appuntamento in Portogallo che ha visto tornare al successo il pioniere dei tuffi dalle grandi altezze, il 42enne colombiano Orlando Duque. Ma per la tappa di casa il cosentino che vive e si allena a Trieste si è preparato al meglio, completando anche un tour d’avvicinamento tra gli altri “santuari” del cliff diving in Italia. La missione di De Rose, infatti, è duplice: salire sul podio e trovare altri compagni d’avventura per uno sport sempre più in voga.

CLASSIFICHE: LA SITUAZIONE – La tappa di Polignano a Mare è la terza su sei del calendario 2017. A un terzo della stagione in testa ci sono i campioni uscenti e favoriti per la conferma: Gary Hunt (Gran Bretagna) tra gli uomini con 330 punti e Rhiannan Iffland (Australia) tra le donne con 290 punti. I prossimi eventi: Texas (Usa) 3 settembre, Mostar (Bosnia Erzegovina) 16 settembre, Lago Ranco (Cile) 21 ottobre.

COME VEDERE LA GARA – L’evento verrà trasmesso in diretta il 23 luglio dalle ore 15:45 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV e su Facebook.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Dean Treml | Red Bull Content Pool/Facebook Red Bull Cliff Diving

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tuffi, Mondiali Budapest 2017: Barbu in semifinale! 18° posto, guida Chen Aisen

Nuoto sincronizzato, Mondiali 2017 – Italia fantastica quinta nel libero squadre! Trionfo della Russia