Tour de France 2017: le pagelle della quindicesima tappa. Grande azione di Mollema, bene Ulissi e Caruso, gestione perfetta di Froome, Aru resiste

DE3rK4JXkAA7rUf.jpg

Le pagelle della quindicesima tappa del Tour de France 2017.

Bauke Mollema voto 10: azione perfetta dell’olandese, che sfrutta un momento di indecisione nel gruppo di testa per andarsene via. Ci crede e va subito a tutta per guadagnare terreno. Una sorta di cronometro individuale di 13 km, in cui Mollema dimostra tutte le sue doti da grande passista e riesce a mantenere il vantaggio sugli inseguitori. Un’impresa in solitaria per Mollema, che era andato all’attacco fin dai primi chilometri e il suo coraggio viene premiato con un grande successo.

Diego Ulissi voto 8: era il più veloce nel finale e lo sapeva anche lui. È mancata però il tempismo giusto e così Ulissi non è riuscito a riprendere Mollema. Bisogna quindi accontentarsi di un secondo posto, un buon risultato, ma resta un po’ di rammarico per l’occasione sprecata. Ci riproverà sicuramente nell’ultima settimana visto che la condizione c’è.

Damiano Caruso voto 8: il suo obiettivo è quello di entrare nella top 10 della generale e con la fuga di oggi ci è riuscito. Ottima prestazione per Caruso, che recupera quattro posizioni in classifica grazie all’azione odierna. Il lavoro durante la tappa non gli permette di giocarsi la vittoria, ma il risultato ottenuto è quello che voleva.

Daniel Martin voto 8.5: è l’unico dei big che ci prova e viene premiato con 14” di guadagno. Una bella azione nel finale per l’irlandese, che senza quella maledetta caduta sarebbe lì a giocarsi la vittoria. Ci aspettiamo di rivederlo ancora all’attacco anche nell’ultima settimana.

Christopher Froome voto 8.5: una foratura in un momento chiave della tappa, che avrebbe potuto compromettere il suo Tour. E invece Froome è la solita macchina, perfetto nel gestire la situazione. Fa lavorare i suoi compagni e riesce a rientrare con facilità. Il resto della tappa è in totale controllo, rimane a ruota dei suoi avversarsi e non si fa mai sorprendere. Una dimostrazione della sua grande intelligenza tattica.

Fabio Aru voto 7: c’era il rischio del contraccolpo psicologico e invece Aru non si è fatto sorprendere. Oggi il sardo è rimasto sempre nelle prime posizioni e ha controllato molto bene la corsa. Questa è la condotta di gara giusta, peccato che ieri non sia riuscita a farla.

Romain Bardet voto 6.5: la AG2R fa una grande azione collettiva e riesce a mettere in difficolta Froome. Bardet non riesce però a sfruttare l’occasione e fa un unico attacco poco convincente. Ci vorrà ben altro per riuscire a strappare la maglia gialla dalle spalle di Froome.

Rigoberto Uran voto 7: continua lo straordinario Tour di Uran. Anche oggi giornata in perfetto controllo e sull’attacco di Bardet è stato il primo a reagire. Ennesima dimostrazione della grande condizione che sta supportando il colombiano.

Nairo Quintana voto 3: altra giornata nera per Quintana che è l’unico dei big a perdere contatto in salita. Si stacca e va in crisi totale perdendo 4 minuti dal gruppo dei migliori. Ora sprofonda in classifica a oltre 6 minuti dalla maglia gialla. Un Tour totalmente da dimenticare.

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Le Tour

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top