Tennis, Wimbledon 2017: Rafael Nadal eliminato! Gilles Muller vince 15-13 al quinto set dopo quasi cinque ore di battaglia

Rafael-Nadal-Tennis-Twitter-Wimbledon-e1499717037843.jpg

La prima giornata della seconda settimana di Wimbledon si apre con una sorpresa clamorosa: Rafael Nadal è stato eliminato dai Championships per mano di Gilles Muller. È stata una battaglia epica quella andata in scena sul Campo 1: 4 ore e 48 minuti di tennis, con il punteggio finale di 6-3 6-4 3-6 4-6 15-13 in favore del lussemburghese. Esce di scena dunque, uno dei principali favoriti alla vittoria finale, contro un avversario che tra l’altro lo aveva già battuto qui a Wimbledon 12 anni fa. Una vittoria che consente a Muller di qualificarsi per la prima volta ai quarti di finale del torneo londinese, dove affronterà il croato Marin Cilic.

Che Muller potesse essere un avversario insidioso per Rafa, lo sapevamo. Il suo servizio toglie ritmo allo spagnolo, che generalmente ha sempre sofferto avversari così solidi nell’uno-due servizio e dritto/rovescio. Il primo set si risolve attorno a pochi punti: sul 2-2 Muller annulla una palla break e tiene il servizio. Nel turno successivo poi, è lui a fare il break, alla seconda occasione. Il lussemburghese chiude poi 6-3 con un turno di battuta a 0. Il copione è identico nel secondo set: Nadal gioca tutt’altro che male e concede un solo punto al servizio. Fino al 4-3. Muller risale da 15-40 e tiene la battuta e come nel parziale precedente, Rafa cede il servizio ed il set nel game successivo (6-4).

Spalle al muro lo spagnolo è costretto necessariamente ad aumentare i giri del motore, diventando travolgente da fondo campo e sfruttando un calo psicologico di Muller abbastanza comprensibile. Nadal fa il break già nel secondo gioco del set, aggiudicandosi il set (6-3) ed accorciando le distanze. Rafa riesce a mantenersi aggressivo anche nel quarto set: Muller non può fare nulla per contenerlo. Quando il dieci volte campione del Roland Garros pareggia i conti (6-4), tutti pronosticherebbero un calo del suo avversario ed una facile vittoria del maiorchino, in evidente vantaggio psicologico a questo punto.

Ed invece no. Il match si trasforma in qualcosa di epico, che trascende da qualsiasi logica, semmai possa esserci logica in uno sport del genere e soprattutto in un torneo del genere. La magia di Wimbledon infatti, sta anche nell’assenza di tie-break nel quinto set. Muller riesce a riscattarsi, giocando un match solidissimo. Nadal ovviamente non vuole certo mollare. La partita diventa bellissima, regalando vincenti su vincenti. Sul 5-4, lo spagnolo commette un doppio fallo che regala due match point al suo avversario. Finita? Macché. Si va avanti. Il copione si ripete diverse volte: Muller serve per primo ed è costretto ad annullare palle break, Nadal, spesso in svantaggio sulla propria battuta, per secondo ed affronta match point. Il numero 2 del mondo si fa via via meno aggressivo, subendo l’iniziativa del suo avversario, in stato celestiale. Sul 13-14 e 15-40, il dritto di Nadal finisce lungo, spedendo Muller in paradiso. O meglio, ai quarti di finale.

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter Wimbledon

Lascia un commento

Top