Powerlifting, World Games 2017: i favoriti gara per gara

Pagina-Facebook-IPF.jpg

Ai World Games 2017, in programma dal 20 al 30 Luglio nella cittadina polacca di Wroclaw, ci sarà anche il powerlifting. Si tratta di una disciplina che esalta la forza fisica del singolo atleta, sia nella sua reattività che nella capacità di raggiungere il proprio potenziale massimo, rispetto allo sforzo prodotto. E’ una competizione che viene idealmente divisa in tre porzioni, alle quali corrispondono altrettanti esercizi e che, ai fini del risultato finale, permettono una somma dei valori ottenuti dall’atleta per ciascuna prova, così da determinare la graduatoria complessiva. La prima di esse è lo squat, a cui segue la distensione su panca piana (bench press) e, per ultimo, lo stacco da terra (deadlift nel gergo originario). Per ciascuna delle attività sopra indicate, il singolo atleta ha tre tentativi per ottenere un certo risultato, venendo costantemente giudicato da appositi arbitri federali.

Ai World Games polacchi vi saranno tanto gli uomini quanto le donne, divisi appositamente per categoria, sulla base non solo del sesso ma anche del peso. Partendo dal settore femminile, nella categoria 47 kg si preannuncia una sfida con tanta Asia tra le protagoniste, essendo infatti l’atleta di Taipei Wei-Ling Chen, nonché la giapponese Yukako Fukushima, le favorite in tale categoria. Nella 52 kg, invece, molto più corposo il numero di iscritte (nove), in cui le atlete dell’est Europa possono fare la voce grossa: le russe Natalia Salnikova e Valentina Vermenyuk, nonché l’ucraina Katyrina Klymenko. Nei c.d. “middleweight”, comprendenti le categorie 57 e 63 kg, favorite sono, rispettivamente, la russa Anna Ryzhkova e l’ucraina Larysa Soloviova, con tuttavia numerose atlete non europee che, in ambo i casi, possono insidiare tale primato “cartaceo”. Salendo di peso, nella categoria 72 kg troviamo finalmente una nostra portacolori, l’esperta e plurimedagliata (a livello nazionale e contintentale) Antonella Orsini, che ha anche in tale rassegna buone possibilità di ben figurare. Favorita numero uno, sulla carta, la brasiliana Ana Castellain. A chiudere le gare al femminile vi è la categoria 84+ kg, con le statunitensi che, grazie alla presenza di Liane Blyn e Bonica Lough, possono giocare un ruolo da assolute protagoniste.

Al maschile, invece, troviamo appena quattro iscritti alla categoria 59 kg, la più leggera tra quelle presenti ai World Games con riguardo agli uomini. Il favorito è Yi-Chun Lin, atleta di Taipei, con l’esperto padrone di casa Dariusz Wszola come possibile avversario principale. Nella 66 kg, invece, il nome su cui puntare è quello dell’indiano Viki Aryanto, ma attenzione al francese Hassan El Belghiti. E’ invece l’ucraino Mykola Barannik il favorito della categoria 74 kg, con altri atleti europei (il polacco Jaroslaw Olech ed il kazako Andrey Prokopenko) pronti ad insidiarlo. Nella 83 kg, invece, si preannuncia una sfida in casa Ucraina, tra Volodymir Rysiyev ed Andriy Naniev. Salendo di 10 chili rispetto a quest’ultima categoria, ancora un atleta ucraino può giocarsi il successo, con Sergey Bliki che se la vedrà, presumibilmente, con il russo Dmitry Inzarkin e lo statunitense Ian Bell. Scollinando quota cento, nella 105 kg maschile vi è molta più varietà di potenziali protagonisti, a livello geografico: sempre un ucraino (Dmytro Semenenko), ma anche il francese Sofiane Belkesir ed il rappresentante degli Stati Uniti Charles Conner. Andando a chiudere con le categorie che fanno parte dei “super heavyweight”, nella 120 kg è facile ipotizzare un dominio europeo, con anche qui l’Ucraina grande protagonista con Oleksiy Bychkov ed Oleksiy Rokochiy a contendersi la vittoria, tallonati dal kazako Nurlan Yeshmakhanov. Nella 120+ kg, invece, i nordamericani sembrano avere una marcia in più, con gli statunitensi Blaine Sumner e Joseph Cappellino favoriti, ed il canadese Ryan Stinn pronto ad approfittare di una eventuale giornata-no dei suddetti rivali.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

davide.brufani@oasport.it

Foto: Profilo Facebook IPF

Tag

Lascia un commento

Top