F1, Mondiale 2017 – Ferrari, che succede? Un calo evidente da Montecarlo in avanti

Vettel-2-Fotocattagni.jpg

La Ferrari è in crisi, ormai è lampante. Dopo quattro gare molto difficili, con un solo podio maturato, Sebastian Vettel conserva sì la leadership della classifica piloti ma ora ha un solo punto di vantaggio su Lewis Hamilton. La disfatta odierna a Silverstone non può essere imputabile soltanto alla foratura finale perché, ben che andasse, il tedesco avrebbe concluso in terza posizione (ipotizzando un ordine di scuderia dato a Kimi Raikkonen) ma nettamente staccato dalle due Mercedes ed è proprio questo che fa preoccupare i tifosi del Cavallino Rampante. La differenza di prestazione rispetto alle Frecce d’Argento è sempre più evidente e sembra crescere gara dopo gara, un gap maturato costantemente nel corso degli ultimi due mesi.

Da Montecarlo, infatti, la Rossa e Seb hanno faticato a dettare legge e non sono più riusciti a imporsi. Nel Principato arrivò un trionfo favoloso (il terzo stagionale dopo quelli del Bahrain e dell’Australia) nella giornata in cui Lewis Hamilton sprofondò a livello prestazionale chiudendo in settima posizione. Quattro Gran Premi dopo i ruoli si sono invertiti e ora i due piloti sono praticamente appaiati in classifica generale.

Nel mezzo ne sono successe di ogni: in Canada l’ala danneggiata costringe Vettel a una rimonta rabbiosa conclusa con il quarto posto; in Azerbaijan la ruotata su Hamilton in regime di safety car con conseguente penalizzazione (quarta piazza finale); in Austria è andata bene perché Lewis è partito indietro a causa della sostituzione del cambio ma arrivò soltanto un secondo posto alle spalle di Bottas; oggi il patatrac a Silverstone. 

Vettel soffre in partenza, sta pagando psicologicamente la lotta con Hamilton ma soprattutto la Ferrari non riesce a sviluppare la macchina che sembra essere rimasta bloccata a inizio stagione. Man mano, gara dopo gara, la Mercedes sembra aver preso il sopravvento e le prestazioni parlano da sole: qualifiche spaventose, ritmo gara superiore. Siamo a metà stagione e il Cavallino Rampante deve subito invertire la rotta, già a partire dal GP di Ungheria in programma tra due settimane prima della pausa estiva, per presentarsi poi agguerriti tra Spa e Monza dove si deciderà una bella fetta di questo Mondiale.

 

FOTOCATTAGNI

 

Lascia un commento

Top