Canoa Velocità, Europei 2017: Carlo Tacchini fantastico 4° nel C1 1000, settimi Dressino-Ripamonti nel K2 1000

Carlo-Tacchini-canoa-foto-federazione-fb.jpg

C’è mancato davvero poco. Carlo Tacchini chiude al quarto posto la finale del C1 1000 metri agli Europei di Plovdiv. Superlativa la prova del poliziotto verbanese che, quarto a metà gara, conferma la posizione a ridosso del podio anche sul traguardo. Sono 4 i decimi di distacco dal russo Kirill Shamshurin, bronzo alle spalle del tedesco Sebastian Brendel (oro) e del ceco Martin Fuksa. Una gara che conferma i pronostici della vigilia con il fuoriclasse teutonico autore dell’ennesimo capolavoro e il ceco capace di rimanere in testa sino ai 750 metri.

Nelle altre finali olimpiche arrivano l’ottavo posto del K4 500 metri e il settimo nel K2 1000 metri. Alberto Ricchetti, Alessandro Gnecchi, Mauro Crenna e Mauro Floriani terminano una gara tiratissima a un secondo e mezzo dall’oro dell’Ungheria. Alle spalle dei magiari Slovacchia e Bielorussia. Repubblica Ceca e Germania si collocano ai piedi del podio.

Zona medaglie decisamente più lontana invece per Giulio Dressino e Nicola Ripamonti, settimi a 7 secondi dai vincitori tedeschi Max Hoff e Marcus Gross. Secondi a Rio, i serbi Marko Tomićević-Milenko Zorić si confermano d’argento davanti alla Spagna di Iñigo Peña-Francisco Cubelos.

K1 1000 metri uomini

Risuona l’inno portoghese con Fernando Pimenta che bissa il titolo vinto nel 2016. Identiche anche le altre due posizioni sul podio con il danese Rene Poulsen argento e l’ungherese Balint Kopasz di bronzo. Quarto e staccato dalla zona medaglie il bielorusso Aleh Yurenia. 

C2 500 donne

Come da previsioni è l’Ungheria a vincere nella nuova specialità olimpica davanti alla Bielorussia. Il bronzo va invece alla Russia.

K4 500 donne

Le magiare si confermano regine della barca con quattro posti. Le uniche a contenere il distacco sotto il secondo sono Polonia e Ucraina, rispettivamente argento e bronzo davanti a Serbia, Germania e Russia. La Bielorussia, argento a Mosca 2016, si deve accontentare della sesta piazza.

Specialità non olimpiche

C4 1000 metri uomini

La Germania di Sebastian Brendel deve accontentarsi dell’argento alle spalle del quartetto polacco. Bronzo per la Russia.

K1 1000 metri donne

L’ungherese Dora Bodonyi si aggiudica la prima finale della mattinata battendo di 1.7 secondi la polacca Beata Mikołajczyk. Terza posizione per la britannica Rachel Cawthorn. 

K2 1000 metri donne

Ungheria, Polonia e Germania il podio di una finale con appena cinque partecipanti.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top