Calcio femminile, Europei 2017: le outsider. Svezia e Spagna le possibili sorprese in Olanda

profilo-FB-Fridolina-Rolfo.jpg

Manca sempre meno all’inizio della rassegna europea di calcio femminile in Olanda (16 luglio-6 agosto).  Un campionato che avrà un percorso subito in salita per le Azzurre inserite nel difficilissimo gruppo B con Germania, Svezia e Russia. Un girone infernale per la nostra compagine, infatti, che dovrà vedersela con avversarie di grande tradizione e qualità sapendo che il passaggio di turno sarà riservato alle prime due squadre. Torneo che avrà nella citata Germania e nella Francia, le due squadre più forti del lotto mentre nel ruolo di outsider le svedesi e la Spagna sembrerebbero avere delle chance per poter sorprendere.

La Svezia, argento olimpico a Rio de Janeiro l’anno scorso, può nutrire delle ambizioni pur essendo nel medesimo raggruppamento delle tedesche Le scandinave, prime nel gruppo 5 di qualificazione agli Europei con 7 vittorie ed una sola sconfitta, possono vantare atlete di grande esperienza internazionale militanti anche nei più forti club a livello europeo. Lotta Schelin del Rosengard (86 gol in 180 presente), il difensore Nilla Fischer del Wolfsburg, il centrocampista dell’Olympique Lyonnais Caroline Seger (131 presente, 21 marcature) e Fridolina Rolfo del Bayern Monaco (5 reti in 20 presenze) sono tra le calciatrici da tenere in più alta considerazione al pari di tutto il collettivo allenato da Pia Sundhage. Una squadra compatta che, come è avvenuto l’anno scorso in Brasile, è capace di qualunque cosa essendo dotata sia tecnicamente che mentalmente.

Per quanto concerne la nazionale spagnola, anch’essa è una realtà sempre più importante del panorama continentale. Gli investimenti che club come Barcellona ed Atletico Madrid stanno mettendo sul campo, portano i loro frutti e non sorprende che le iberiche, con Germania e Francia, rientrano tra le squadre imbattute delle qualificazioni a non aver assaporato l’amarezza della sconfitta. Un calcio estremamente offensivo rende la formazione allenata da Jorge Vilda pericolosa. Una rosa con tanto Barça, tale da conferire al gruppo delle “Furie Rosse” ancor più sicurezza. Riferimenti nella compagine, l’attaccante blaugrana Jennipher Hermoso al pari del difensore del Paris Saint-Germain Irene Paredes senza dimenticarci di Marta Torrejon, figura di spicco della retroguardia spagnola. Inserita nel gruppo D insieme ad Inghilterra, Scozia e Portogallo, le ragazze di Vilda hanno buone possibilità per il passaggio del turno ed essere una mina vagante.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina facebook Fridolina Rolfo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top