Boxe: Fabio Turchi vince per KO e si prende la cintura Internazionale, pareggio tra Italia e Croazia

Boxe-Fabio-Turchi-FB.jpg

Grande serata di boxe a Sequals, in occasione del “Memorial Primo Carnera”, che ha visto come protagonista il ventitreenne fiorentino Fabio Turchi. Il massimo leggero italiano ha affrontato l’argentino César David Crenz, in match che metteva in palio la cintura WBC Internazionale Silver della categoria.

Passato al professionismo nel 2015, Turchi si presentava sul ring con undici incontri all’attivo, tutti vinti, di cui otto prima del limite. Nello scorso dicembre, inoltre, aveva conquistato il titolo italiano ai danni di Maurizio Lovaglio, collezionando la sua prima cintura da “pro”. All’altro angolo, ha trovato un avversario molto esperto come il trentasettenne Crenz, che vantava un bottino di ventidue vittorie e dieci sconfitte. Campione nazionale a più riprese, il sudamericano aveva già combattuto per cinture internazionali, venendo però sempre battuto.

Sostenuto dai favori del pronostico e dal pubblico locale, Turchi non ha esitato sin dai primi round a mettere in difficoltà il pugile sudamericano, che nei primi due round ha comunque saputo difendere a tono. Quando il toscano ha deciso di alzare il ritmo, nella terza ripresa, Crenz ha iniziato ad accusare i colpi, diventando meno reattivo. Nel quinto round, l’argentino è finito per la prima volta al tappeto, subito dopo arriva il destro decisivo, che manda KO Crenz. La cintura è di Fabio Turchi.

La serata di Sequals ha anche visto la seconda sfida tra le nazionali Youth di Italia e Croazia: dopo il 3-2 per gli Azzurrini di giovedì scorso, questa volta il dual match si è concluso con un pareggio per 3-3. “Sono soddisfatto” ha dichiarato il coach azzurro Gianfranco Rosi “sia delle prestazioni offerte dai nostri in questa sfida che di quelle della serata di giovedì. Ottimo Pirrera nella prima serata,cCosì come Cangelosi in questa nella quale è stato premiato come miglior boxer. Buonissime le prestazioni di Buremi sia oggi che a Codropio. Golino si è trovato di fronte un bronzo europeo, sfoderando un’eccellente prestazione, tanto quanto quella di Gasparri che ha vinto il suo match grazie alla grande intelligenza tattica. Di Caprio meglio oggi che nel primo match“.

CROAZIA 3   ITALIA 3
Baškarat Sesvete Croazia 56  Alessio Cangelosi WRSCI
Antonio Tkalcic Croazia 60 Cristian Gasparri WRSCI
Petar Cetinic WRSCH Croazia 64 Giandomenico Nicolò
Josip Gecevic o Grdovic Croazia 69 Augusto Simone Buremi WRSCI
Dario Petric WP Croazia 75 Di Caprio Valerio
Matej Uremovic WP Croazia 81 Domenico Golino

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Fabio Turchi (Facebook)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top