Atletica, Meeting di Padova 2017 – Kuchina, Felix, Stefanidi: stelle vincenti. Trost a 1.94, infortunio Howe, Santiusti minimo Mondiale

alessia-trost.jpg

Bel meeting internazionale di Padova con tantissime stelle che hanno brillato nella città veneta. C’era grande attesa per Mariya Kuchina reduce dal 2.06 di Losanna: oggi la Campionessa del Mondo ha superato agevolmente i 2 metri (rischiando però di uscire a 1.96) e poi ha chiesto di far salire l’asticella a 2.08, senza però riuscire a valicarla. La russa ha battuto la polacca Kamila Licwinko (1.98) mentre Alessia Trost ha eguagliato il suo stagionale (1.94) chiudendo in quarta posizione.

La nostra Yusneysi Santiusti realizza il minimo per i Mondiali di Londra correndo gli 800m in 2:00.82, concludendo al terzo posto dietro alla statunitense Ajee Wilson (1:59.19) e alla cubana Rose Mary Almanza (1:59.85).

Katerina Stefanidi, Campionessa Olimpica del salto con l’asta, non delude le aspettative e vola a 4.72 (record del meeting) mentre la grande stella Allyson Felix vince agevolmente i 200m (22.80), distanza in cui Gloria Hooper corre in 23.48.

Infortunio invece per Andrew Howe che, dopo aver saltato 7.59, avverte un dolore al piede sinistro ed è costretto a conclude anzitempo la gara vinta dal cubano Juan Miguel Echevarria con un interessante 8.34 (ma +2.3 m/s di vento) e con Kevin Ojiaku al quarto posto (7.95). Si infortuna anche Paolo Dal Molin che si ferma subito dopo la prima barriera sui 110m ostacoli vinti dal giamaicano Ronal Levy (13.34) e con Hassane Fofana quinto (13.82).

Isiah Young prevale sui 100 (10.25) dove Federico Cattaneo si ferma a 10.57. Amel Tuka, bronzo mondiale degli 800m, si impone in 1:45.61. Queen Harrison vince il duello contro Dawn Harper-Nelson (12.84 a 12.86) sui 100m ostacoli. Giro di pista con barriere vinto dal keniano Haron Koech (49.39) dove il nostro José Bencosme è quarto (50.23).

Netto successo di Laura Muir sui 1500m (4:05.01), nella stessa distanza al maschile ha primeggiato Kiplimo Sawe (3:36.56). Anita Martion, bronzo olimpico, vince il peso (18.08) con Chiara Rosa che si limita a 17.20. Modesto 13.70 per Darya Derkach.

 

(foto FIDAL/Colombo)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top