Tennis, Roland Garros 2017: Paolo Lorenzi cade sotto i colpi di John Isner. Il senese viene eliminato al secondo turno in tre set


Paolo Lorenzi abbandona il Roland Garros 2017. Il giocatore italiano si è arreso in tre set, 6-3 7-6(3) 7-6(2), all’americano John Isner, numero 22 del ranking mondiale. La partita è stata molto combattuta, a dispetto del 3-0 finale, ma ovviamente a farla da padrone è stato il servizio del giocatore a stelle e strisce. Nonostante infatti, si sia giocato molto di più sulla sua battuta, Long John è riuscito a prevalere nei momenti chiave, bombardando Paolino a suon di ace, 21 alla fine. Pochi rimpianti per Lorenzi, che come al solito ha lottato con grinta e ha provato a mettere in campo tutto ciò che aveva. Oggi non è bastato.

Il gioco segue l’andamento del servizio nei primi game, e non potrebbe essere altrimenti con Isner in campo. Per Lorenzi sono fondamentali i propri turni di battuta visto che sul servizio del suo rivale si gioca e si scambia poco. Il senese riesce a mantenere buone percentuali sia con la prima che con la seconda, facendo molti punti diretti e non concedendo opportunità di break (3-3). Nell’ottavo gioco però, Isner trova un game perfetto in risposta e si porta sullo 0-40. Paolino annulla le prime due ma non la terza palla break e deve quindi cedere la battuta. Il break è decisivo: Isner vince un primo set abbastanza rapido (31 minuti) con il punteggio di 6-3.

Lorenzi ha la fortuna di servire per primo nel secondo parziale, senza quindi essere costretto a rincorrere. Il numero 34 del ranking mondiale riesce a tenere due game di servizio a zero, comandando il punteggio (4-3). Nei turni di servizio di Isner però, si gioca poco e quando si scambia l’americano non dà tempo all’azzurro di impostare lo scambio ed iniziare il suo lavoro ai fianchi. Paolino è bravo a non perdere la concentrazione nei game in cui serve: un altro turno a zero gli consente di portarsi sul 6-5. Contro un giocatore come Isner è naturale finire al tie-break. Proprio quando l’importanza del servizio diventa capitale, l’americano sale di livello: dopo aver fatto il mini-break nel punto d’apertura, Long John si prende il secondo set con due ace, chiudendo per 7 punti a 3.

Tocca ricominciare da capo ma Lorenzi non perde la concentrazione. Nel terzo set è quasi perfetto al servizio: tre game tenuti a 0 e quattro soli punti persi alla battuta. È il servizio di Isner però, l’ago della bilancia del match: nel nono game l’americano concede due palle break al giocatore azzurro ma non si scompone e rimette tutto a posto con tre ace. Si va quindi al tie-break ed anche in questo parziale la differenza la fanno i singoli punti: Isner si prende il break in avvio con un bel dritto. Strappargli il servizio è un’impresa titanica oggi: l’ace con cui si chiude il match è la fotografia perfetta dell’incontro di oggi.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter FIT

Lascia un commento

scroll to top