Sci alpino, Max Carca parla della preparazione degli Azzurri. Dallo Stelvio al Sud America

carca.jpg

Mancano oltre quattro mesi all’inizio della prossima stagione di Coppa del Mondo, ma per gli atleti è già tempo di pensare alla preparazione estiva. A parlarne, attraverso il sito federale, è stato il capo allenatore Massimo Carca: “Siamo arrivati al terzo anno di un progetto pluriennale – ha spiegato -, il cui obiettivo è quello di dare continuità ad un programma cominciato due anni fa, in cui gli atleti in questo periodo svolgono tabelle di allenamento individuali, dove ciclicamente ricevono le visite dei nostri preparatori per fare il punto della situazione. La differenza rispetto agli ultimi anni è che svolgeremo anche due raduni collegiali dedicati soltanto alla preparazione atletica. Uno è già stato svolto al Centro di Preparazione Olimpica di Formia, l’altro lo terremo nelle prossime settimane. Vogliamo curare al meglio ogni aspetto, soprattutto mettere a confronto i vari stati di salute dei ragazzi, anche al fine di limitare al massimo gli infortuni e lavorare sulla prevenzione. Il fine ultimo della preparazione sarà quello di aumentare i volumi di lavoro durante l’autunno e diminuirli in inverno, per dare equilibrio fra gara e riposo“.

In questo periodo preferiamo non sciare“, prosegue “anche perché in aprile siamo riusciti a farlo per 10-12 giorni grazie alle favorevoli condizioni meteorologiche, come non accadeva da tempo. Quest’anno sia le discipline tecniche che quelle veloci avranno due programmazioni all’interno di ogni singolo gruppo. Partiranno tutti insieme all’inizio di luglio al Passo dello Stelvio, da agosto le strade si divideranno. Gli atleti che avranno come disciplina di base lo slalom partiranno il 12 agosto con destinazione Ushuaia, mentre i gigantisti prenderanno l’aereo il 22 agosto, faranno circa due settimane a Ushuaia, poi break di qualche giorno e 12 giorni a Valle Nevado. Invece i velocisti partiranno sui ghiacciai un po’ più tardi, diciamo verso fine luglio. Anche in quel caso ci saranno due gruppi: uno che comprende coloro che sono abbastanza sicuri di andare alle Olimpiadi faranno ghiacciaio fra Stelvio e Zermatt fino a fine agosto, per partire verso il Cile il 7 settembre, dove scieranno fra Valle Nevado e Portillo per tre settimane complessive: L’altra parte del gruppo partirà anticipatamente per il Sud America il 24 agosto per due settimane a La Parva, dove parteciperanno anche a gare di Sudamerican Cup, poi si uniranno agli altri a Valle Nevado“.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FISI

Lascia un commento

Top