Calcio, Europei Under21 2017: le outsider. Repubblica Ceca di Schick e Slovacchia in grado di sorprendere

10570517_420757898047963_7864988898036240516_n.jpg

Dal 16 al 30 giugno 2017, la Polonia ospiterà la 23esima edizione della Fase Finale del Campionato Europeo di Calcio Under21. Per la prima volta sono 12 le squadre qualificate, divise in tre gruppi da quattro,ed accederanno in semifinale le prime classificate nonchè la migliore seconda.

Quali potranno essere le possibili outsider di questa rassegna continentale? I nomi che vengono in mente sono due: la Repubblica Ceca e la Slovacchia.

Con una vittoria nel 2002, la nazionale ceca, inserita nel gruppo C con Italia, Germania e Danimarca è da considerarsi una squadra “mina vagante”. Assai convincente nel girone di qualificazione, terminando il proprio percorso imbattuta, la compagine allenata da Vítězslav Lavička ha senza dubbio nella stella Patrik Schick un riferimento offensivo fondamentale. Il 21enne di Praga, pronto a trasferirsi alla Juventus, ha impressionato nel corso del girone di ritorno in Serie A, vestendo i colori della Sampdoria, esibendo non solo grande senso del gol (14 in stagione) ma anche  doti tecniche in appoggio alla squadra. Un calciatore che, nonostante la giovane età, sembra già avere la maturità per esprimersi al meglio in un contesto importante. Capacità che si sono evidenziate anche con la maglia della sua Nazionale U21, realizzando in 9 partire ben 10 marcature. Cifre davvero impressionanti. Altro fiore all’occhiello della selezione dell’Est è Jakub Jankto che con l’Udinese si è messo particolarmente in luce come uno dei centrocampisti più talentuosi del campionato italiano. Classe ’96, cresciuto ispirandosi a Tomáš Rosický, il ceco esprime la completezza del gioco nella zona nevralgica: abile in entrambe le fasi ed in grado di ricoprire il ruolo di mezzala o di centrale senza alcun problema. La parola “Duttilità” è quella più adatta per descrivere le sue qualità che si riflettono anche negli ultimi 30 metri come i 5 gol siglati dimostrano.

Venendo alla formazione di Pavel Hapal inserita nel gruppo A con i padroni di casa della Polonia, la Svezia e l’Inghilterra, è un altro team da tenere in considerazione. Vittoriosa nel girone 8 di qualificazione alla fase finale continentale con 21 marcature e 6 segnature subite, gli slovacchi hanno impressionato per la loro grande propensione offensiva suggellata dalle rotonde vittorie contro l’Olanda (3-1 in trasferta e 4-2 in casa). Osservati speciali il n.10 Albert Rusnak (3 reti in 8 presenze) e Adam Zreľák (5 gol in 4 presenze), in evidenza nel percorso europeo e capaci di inventare calcio ed essere pericolosi contro qualsiasi difesa.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina facebook Patrick Schick

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top