Calcio, Confederations Cup 2017: Australia-Germania 2-3. I tedeschi rischiano di buttare al vento una gara dominata

Germania-calcio-rio-2016-foto-twitter-fifa.jpg

Nella seconda gara della prima giornata del Girone B di Confederations Cup, i Campioni del Mondo della Germania battono, con qualche affanno di troppo i Campioni d’Asia dell’Australia per 3-2 ed affiancano il Cile in vetta alla classifica.

Partono subito forte i tedeschi, che al quinto minuto passano già in vantaggio: Stindl, ben assistito da Brandt colpisce a botta sicura all’interno dell’area avversaria e trafigge Ryan per il gol che spacca la partita. La Germania continua a macinare gioco e va ancora al tiro, ma Ryan comincia a compiere miracoli, partendo da un tiro ravvicinato di Draxler al nono minuto. Il monologo teutonico va avanti, ma prima Brandt, poi Goretzka mancano il raddoppio.

L’Australia è inesistente in attacco, la Germania continua a premere, e Wagner si divora un clamoroso gol di testa da due passi al 18′, mentre Ryan si supera ancora su Brandt tre minuti dopo. La gara scorre sempre su questi binari ed ancora gli stessi calciatori tedeschi si divorano altre due occasioni al 25′ ed al 30′. L’Australia si affaccia in avanti per la prima volta al 38′ ma il colpo di testa di Sainsbury è velleitario. Nel momento migliore dei tedeschi, al 41′ arriva come un fulmine a ciel sereno, il pareggio australiano: Rogic ci prova una prima volta ma il suo tiro viene respinto, il pallone gli ritorna sui piedi e stavolta Leno è colpevolmente trafitto dalla conclusione che vale il momentaneo pareggio.

Momentaneo perché passano appena tre minuti e Luongo stende Goretzka in area di rigore, mandando Draxler a calciare dal dischetto. Il penalty viene magistralmente trasformato con un preciso rasoterra che si infila alla destra di Ryan e la Germania va al riposo in vantaggio per 2-1.

Nella ripresa, al 48′ la Germania sembra chiudere la partita: Kimmich consegna un pallone col contagiri a Goretzka, che, entrato in area, piazza la sfera nell’angolino alla sinistra del portiere avversario, siglando la rete che vale il doppio vantaggio tedesco. Le realizzazioni a cavallo dei due tempi avrebbero mandato al tappeto chiunque ma non l’Australia, che sbanda, ma al 56′ riapre subito la contesa grazie a Juric che insacca da distanza ravvicinata dopo essere stato colpito dal tiro di Rogic. Anche in questo caso sono tante le colpe di Leno.

Comincia la girandola dei cambi, le forze fresche fanno bene soprattutto alla Germania, che al 75′ coglie il palo con il neoentrato Werner dopo una gradevole azione corale: l’Australia si salva e prova a raggiungere un pareggio che avrebbe del clamoroso. Tra il minuto 80 ed il minuto 81 Kruse e Juric hanno due buone occasioni, ma Leno, inoperoso per larghi tratti del match, finalmente si fa trovare pronto e toglie le castagne dal fuoco alla formazione europea. Gli ultimi dieci minuti scorrono via senza particolari patemi d’animo per la Germania che, anzi, in pieno recupero, ancora con Werner, sfiora ancora una volta il 4-2: Ryan para e firma così una prestazione maiuscola, che però non basta ad evitare la sconfitta ai suoi.

Risultato e marcatori
Australia-Germania 2-3 (1-2)
Marcatori: 5′ Stindl (G), 41′ Rogic (A), 45′ rig. Draxler (G), 48′ Goretzka (G), 56′ Juric (A).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Fifa

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top