Golf, European Tour 2017: il circuito fa tappa in Italia, in Sicilia, per la prima edizione del Rocco Forte Open

Rocco-Forte-Open-Golf-Twitter-European-Tour.jpg

Lo European Tour 2017 farà tappa, il prossimo weekend, in Italia per la prima edizione del Rocco Forte Open (montepremi 1 milione di euro). Il torneo si svolgerà al Verdura Resort di Agrigento, in Sicilia. Si tratta di un ritorno perché questo percorso ha già ospitato due edizioni del Sicilian Open, prova dello European Tour svoltasi nel 2011 e nel 2012. Sarà soprattutto una tappa importante perché precede di una sola settimana il BMW PGA Championship, l’appuntamento più importante del circuito europeo. Tante sono infatti le stelle presenti nel field. Su tutti spiccano due ex Masters champions, come il canadese Mike Weir, vincitore nel 2003, ed il sudafricano Trevor Immelmans, che si aggiudicò l’ambita green jacket nel 2008. Ci saranno anche tanti ex protagonisti della squadra europea di Ryder Cup: il gallese Jamie Donaldson, autore del colpo della vittoria nell’edizione del 2014, sarà della partita insieme al capitano del Team Europe che disputerà la prossima Ryder, il danese Thomas Bjorn. Il belga Nicolas Colsaerts, uno dei protagonisti del Miracolo di Medinah, è in cerca di rilancio e proverà a migliorare il quinto ed il terzo posto già ottenuti sul percorso siciliano. L’ex numero uno del tour europeo, lo svedese Robert Karlsson, cercherà invece di aggiungere un altro trofeo alla sua ricca bacheca.

Essendo il torneo di casa, sarà ovviamente ricchissima la pattuglia italiana. A guidarla saranno i quattro giocatori che abitualmente frequentano lo European Tour. Matteo Manassero è ancora alla ricerca dell’acuto giusto, e chissà che questo non possa arrivare proprio nel Bel Paese. Il terzo posto all’Hero Indian Open di marzo è finora infatti, un risultato isolato in quella che dovrebbe essere la stagione della consacrazione. Chi invece ha trionfato di recente è Edoardo Molinari, vittorioso al Trophée Hassan II, in Marocco, con una grande rimonta nel finale. La speranza è che le due settimane di riposo possano avergli permesso di ricaricare le batterie in vista dell’appuntamento siciliano. Renato Paratore e Nino Bertasio invece, continueranno il loro percorso di crescita, pronti a giocarsi le loro chances su un percorso che conoscono bene avendolo già affrontato in passato. Saranno in totale ben 26 i giocatori azzurri presenti, compresi tanti amateur, ben sei, tra cui il campione europeo Luca Cianchetti. Lorenzo Gagli, Alessandro Tadini ed Andrea Pavan proveranno invece a riscattare l’opaca prestazione all’Open de Portugal della scorsa settimana, in cui sono stati comunque gli unici italiani a superare il taglio.

Il percorso del Verdura Resort è un par 72 che misura 7,352 yards e che combinerà le migliori 18 buche di due percorsi, l’East Course e lo West Course. Sono state infatti selezionate nove buche per ognuno dei due campi, disegnati entrambi dall’americano Kyle Phillips. Lo scenario è meraviglioso: le ultime sei buche corrono adiacenti alla costa, con il Mar Mediterraneo a fare da sfondo perfetto. L’ultima buca poi, costituisce il finale perfetto di un percorso superbo: il tee-shot verrà giocato con la scogliera sulla destra per cui bisognerà essere estremamente precisi in quella che nel 2012, nell’ultima edizione del Sicilian Open, fu la buca più dura del torneo. I due percorsi sopracitati fanno parte di un meraviglioso complesso, il Verdura Resort, che comprende anche vasti campi pratica e strutture adibite ad altri sport, come sei campi da tennis, una palestra, una spa e diverse piscine per gli sport acquatici.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter European Tour

Lascia un commento

scroll to top