Giro d’Italia 2017, tredicesima tappa: Reggio Emilia-Tortona. Una delle ultime possibilità per i velocisti

IMG_20170518_174614.jpg

cof


Tredicesima tappa per il Giro d’Italia numero 100: si parte da Reggio Emilia e si giunge dopo 167 chilometri a Tortona per una delle ultime possibilità per i velocisti che molto difficilmente se la lasceranno scappare.

La tappa 

Si parte da Reggio Emilia e si attraversa tutta la pianura padana. Il primo traguardo volante è posto a Fiorenzuola al km 67,5. Si prosegue sempre su strade ad ampia carreggiata fino al secondo traguardo volante di Broni, dopo 126,6 km. Si arriva quindi a Casteggio, dove i corridori proseguiranno sul tradizionale percorso della Milano-Sanremo. L’arrivo è a Tortona, che ospita il Giro per la seconda volta, dopo l’edizione del 1989. Negli ultimi chilometri bisogna segnalare la presenza di diverse rotatorie. Ai 500 metri curva a sinistra per imboccare il rettilineo finale fino allo striscione del traguardo. Un percorso molto semplice a livello altimetrico e che si chiuderà quasi certamente con una volata a gruppo compatto.

L’altimetria

Giro d'Italia 2017, tredicesima tappa Tortona

I favoriti

Soliti nomi ormai per gli sprint di gruppo. Non si può non partire da Fernando Gaviria, vero e proprio dominatore delle volate di questo Giro: tre successi per il colombiano che non vuole fermarsi, andando a caccia del poker con la sua maglia ciclamino. A sfidarlo Andrè Greipel (Lotto Soudal), pronto al ritiro in vista dell’ultima settimana, e Caleb Ewan (Orica Scott). Da seguire anche Sam Bennett (Bora-Hansgrohe). In casa Italia si punta tutto su Jakub Mareczko (Wilier Triestina), già due volte a podio.

Disegno in copertina a cura di Angelo Giacovazzo (qui il suo profilo Instagram)

PER VISUALIZZARE TUTTI I DISEGNI DI ANGELO GIACOVAZZO, CLICCA QUI

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top