Liegi-Bastogne-Liegi 2017: gli outsiders. Albasini e Rui Costa vogliono riscattare la beffa dell’anno scorso

Rui-Costa-comunicato-Rcs.jpg

Sale la tensione per la Decana delle Classiche, la Liegi-Bastogne-Liegi, che domenica chiuderà il Trittico delle Ardenne. 258 chilometri da Liegi ad Ans con tantissime Cote che renderanno durissima la corsa. Chi riuscirà a spuntarla? Il grande favorito è sicuramente Alejandro Valverde, reduce dal capolavoro alla Freccia Vallone. tanti però saranno i possibili outsiders, andiamo a scoprirli.

Molto attesi saranno i due grandi delusi dell’edizione del 2016, quella vinta da Wout Poels, che per problemi fisici ha dovuto dare forfait. Michael Albasini (Orica Scott) e Alberto Rui Costa (UAE Emirates) si presentano al via con molte ambizioni. Lo svizzero ha dimostrato una condizione stellare conquistando un terzo posto all’Amstel Gold Race ed una quinta piazza alla Freccia Vallone: sarà la volta buona per il colpaccio? Per quanto riguarda il portoghese, campione del mondo di Firenze 2013, inizio di stagione molto costante, sempre al top, ma con pochi risultati di rilievo (vittoria all’Abu Dhabi Tour). Caratteristiche perfette per gli strappi belgi, può puntare al trionfo.

In casa Francia si punta tutto su Romain Bardet (AG2R). Il due volte vincitore di tappa al Tour de France, sul podio alla Grande Boucle nel 2016, ha dimostrato di essere adatto anche a questo genere di corse di un giorno. Il quarto posto al Lombardia e le quattro top-15 alla Liegi fanno ben sperare per quanto riguarda i tifosi transalpini. Ha ritrovato una buona condizione anche Warren Barguil (Sunweb) che ha chiuso sesto la Freccia Vallone.

Una coppia anche in casa Colombia. Sergio Luis Henao (Team Sky) sarà la seconda punta della propria squadra, ma dovesse non essere al top Kwiatkowski, il campione nazionale potrebbe puntare alla vittoria finale: la condizione è super, visto un quarto posto alla Freccia e un sesto all’Amstel. Rigoberto Uran (Cannondale-Drapac) ha già all’attivo una buona quinta piazza nella Decana, l’obiettivo potrebbe essere quello di anticipare lo strappo conclusivo di Ans.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Comunicato RCS

Lascia un commento

Top