Snowboad, Mondiali 2017: cadute e rimpianti per l’Italia nelle prove a squadre di snowboardcross

Michela-Moioli-Pagina-FB-Moioli.jpg

Giornata da dimenticare per l’Italia ai Mondiali di snowboard a Sierra Nevada, dove si assegnavano i titoli a squadre di snowboardcross.

In campo femminile Raffaella Brutto e Michela Moioli, quest’ultima bronzo nell’individuale di ieri, erano approdate in finale dopo aver dominato la semifinale. Nell’atto conclusivo, poi, la Brutto, mentre si trovava in terza piazza, ha attaccato l’americana Lindsey Jacobellis: le due cadevano in seguito ad un contatto. Davanti la Francia si involava verso una facile doppietta, con Moenne Loccoz-Trespeuch che trionfavano davanti alle connazionali Petit-Bankes. La giuria squalificava l’Italia, con gli Stati Uniti dunque bronzo con Jacobellis-Gulini. Grande rammarico, dunque, per la compagine tricolore, alla vigilia indicata come una delle grandi favorite al titolo.

E’ andata anche peggio in campo maschile, dove Italia 1 (Visintin-Matteotti) ed Italia 2 (Leoni-Perathoner) si sono fatte fuori a vicenda. Decisivo un contatto tra Visintin e Leoni che ha spianato la strada ad una incredibile qualificazione in semifinale per l’Olanda.

Il successo finale è andato alla coppia statunitense Kearney-Baumgartner davanti a Spagna (Eguibar-Hernandez) e Canada (Hill-Robanske).

Ricordiamo che lo snowboardcross a squadre non è una gara che assegna medaglie alle Olimpiadi Invernali.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top