Nuoto, Trofeo Città di Milano 2017: Detti sconfigge Paltrinieri nei 1500 stile libero, Federica Pellegrini si impone nella gara regina


Seconda giornata della settima edizione del Trofeo Città di Milano 2017 di nuoto e, dopo lo show di ieri nei 400 stile libero, per merito di Gabriele Detti (autore della miglior prestazione dell’anno sulla distanza),  sono state le 30 vasche dei 1500 stile libero ad essere protagoniste con il toscano ad imporsi, a sorpresa, sul compagno d’allenamenti Gregorio Paltrinieri. 14’48″21 per il livornese che, molto più in condizione del suo “Gemello”, ha dominato la scena mettendosi alle spalle un Greg da 15’02″67 e Domenico Acerenza (15’17″85). Un riscontro che renderà il confronto tra i due ancor più interessante in vista degli Assoluti di Riccione.

Non poteva mancare la Regina del nuoto azzurro Federica Pellegrini. La campionessa di Spinea si è esibita con successo nei 100 stile libero centrando un normale, per lei, 54″77, mettendo la mano davanti ad Erika Ferraioli (55″41) ed Aglaia Pezzato (55″65). Altro dato significativo in un percorso che porterà la veneta ai campionati italiani, tra poco meno di un mese, a cimentarsi nei suoi amati 200 sl, puntando a stupire come ad Indianapolis (Usa).

Nei 100 rana maschili, senza Fabio Scozzoli e Nicolò Martinenghi, è stato Andrea Toniato a mettersi in evidenza con il crono di 1’02″18 battendo nell’ordine Luca Pizzini (1’02″54) e Federico Poggio (1’02″89). Stesso stile ma una vasca in meno per le ragazze e medesimo duello di ieri tra Martina Carraro ed Arianna Castiglioni, con la genovese a segno anche oggi con il crono di 31″39.  Nei 100 farfalla uomini vittoria del classe ’95 Daniele D’Angelo 53″70 a precedere l’estone Kregor Zirk (53″89) ed il francese Nans Roch (53″99). Sesto crono per il primatista italiano della doppia distanza Giacomo Carini (54″32).

200 stile libero maschili non certo di un livello esaltante con Filippo Magnini a svettare in 1’49″36 davanti ad Alex Di Giorgio (1’49″97) e Matteo Senor (1’50″37). Grande riscontro invece per Simona Quadarella nei 400 stile libero femminile: il 4’08″62 ottenuto dalla fondista classe ’98 fa davvero ben sperare in vista degli campionati nazionali, considerando che l’atleta allenata da Christian Minottti ha negli 800 sl la sua specialità. Nei 100 dorso femminili è tornata la “Divina” che, stavolta, ha dovuto accontentarsi della seconda piazza (1’01″59), battuta dalla specialista Carlotta Zofkova (1’01″35) mentre in terza posizione ha chiuso Margherita Panziera (1’01″72).

I 50 stile libero maschili sono stati territorio di conquista per Luca Dotto che in 22″43 ha fatto meglio di un solo centesimo di Marco Orsi (22″44). Alle spalle dei due amici/rivali, ha ottenuto il terzo gradino del podio Piero Codia (22″68).

Segnali di risveglio, infine, per Stefania Pirozzi nei 200 farfalla femminili. La campana, reduce da una stagione 2016 molto problematica con conseguente cambio di allenatore (da Stefano Morini a Raffaele Avagnano), sembra essere tornata sui suoi livelli. Il 2’09″60 è un crono assai soddisfacente.

RISULTATI COMPLETI

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da Deepbluemedia

Lascia un commento

scroll to top