Nuoto: Simona Quadarella e Sara Franceschi pronte ad iscriversi al club “Saranno Famose”

Simona-Quadarella-nuoto-profilo-facebook-simona-quadarella.jpg

Gli Assoluti di nuoto di Riccione (4-8 aprile) sono sempre più vicini e gli atleti azzurri sono pronti ad esibirsi nella vasca romagnola in cerca del pass per i Mondiali di Budapest (Ungheria), programmati dal 23 al 30 luglio. Una squadra che, al di là delle grosse imprese dei “Gemelli Diversi” Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti in quel di Rio, ha raccolto poco dall’esperienza a Cinque Cerchi. Diverse controprestazioni legate un po’ ad un approccio alle gare negativo ed un po’ ad una gestione della preparazione non ottimale. E’ per questo che il ct Cesare Butini ed i suoi collaboratori, per i campionati italiani, hanno stabilito dei limiti “più accessibili” per favorire da un lato una massimizzazione della prestazione nell’evento internazionale ma dall’altro restringere alla sola competizione dei “Primaverili” il pass per il darsi in vasca individuale ungherese.

Fatta questa doverosa premessa, quali giovani hanno mostrato una certa “vivacità”? Detto in passato di Nicolò Martinenghi ed Alessandro Miressi, a livello maschile, sul versante femminile Simona Quadarella e Sara Franceschi sembrano essere quelle che, nell’ultimo periodo, hanno fornito le indicazioni più interessanti. La classe ’98 romana, allenata dall’ex fondista Christian Minotti, è da diverso tempo attesa al crack a livello seniores. Campionessa del mondo juniores nei 1500 sl e argento negli 800 ai Mondiali juniores 2015 di Singapore, la stileliberista cresciuta nel Circolo Canottieri Aniene esprime il suo grande potenziale nello sforzo prolungato. Nell’autunno 2016 la Quadarella ha stabilito  in 15´49″92, il nuovo record italiano assoluto in vasca corta nei 1500 sl abbattendo  di oltre 6 secondi il precedente limite di 15´56″25 siglato da Aurora Ponselè a Civitavecchia (RM) il 23 febbraio del 2014. Un riscontro cronometrico di grande qualità bissato nel recente Trofeo Città di Milano nel quale la 19enne romana con 4’08″62 si è aggiudicata i 400 sl (sesto crono stagionale nella distanza) in una specialità non certo nelle sue corde. Un risultato che promette qualcosa di importante in vista dell’appuntamento di Riccione.

Venendo alla toscana, classe ’99, i 200 misti sembrano ormai essere il suo territorio di conquista. In evidenza, come la citata Quadarella, nella piscina meneghina grazie al record “categoria cadetti” di 2’12″24, la 17enne si presenta come uno dei prospetti più interessati. Già inserita nel roster azzurro nella spedizione olimpica, la Franceschi punta a questo punto a centrare il pass per la rassegna iridata (2’11″89 tempo richiesto) e magari ad attaccare il record di Alessia Filippi (2’11″25, datato 2009 a Pescara).

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo facebook Simona Quadarella

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top