NBA 2016/17, i risultati di lunedì 27 marzo: Cavs e Lebron ko! Gli Spurs confezionano un regalo ai Celtics. Westbrook spaziale a Dallas

basket-lebron-james-fb-lebron.jpg

La Eastern Conference cambia padrone. La fragorosa sconfitta dei Cleveland Cavaliers all’AT&T Center contro i San Antonio Spurs consente ai Boston Celtics di effettuare il clamoroso sorpasso e di salire al comando della classifica, approfittando del tonfo dei propri rivali, schiantati con un netto 103-74. Il match, in realtà, è senza storia sin dal termine del secondo quarto, dato che gli Spurs a metà gara possono già disporre di un vantaggio di ben 24 punti, ulteriormente incrementato nella seconda parte della sfida. A fare la differenza, ancora una volta, è Kawhi Leonard, autore di 25 punti, 6 rimbalzi e 6 assist, ma fondamentale è anche l’apporto di Dewayne Dedmon, dominante sotto canestro con 13 rimbalzi all’attivo. Piove sul bagnato in casa dei Cavs, che perdono per infortunio Lebron James, autore di 17 punti. 8 rimbalzi e 8 assist in soli 29 minuti. Decisamente ridotto è anche l’apporto di Kyrie Irving, che mette a referto appena 8 punti con un pessimo 4/13 dal campo.

Ma la serata riserva anche altre grandi emozioni. Gli Oklahoma City Thunder, infatti, espugnano 91-92 l’American Airlines Center grazie ad un jump shot a 7”2 dalla sirena di Russell Westbrook, che tramortisce i Dallas Mavericks con 12 punti nel parziale di 0-14 messo a referto negli ultimi tre minuti e mezzo dai ragazzi di coach Billy Donovan. Il fenomeno dei Thunder realizza pertanto la sua 37ma tripla doppia stagionale (37 punti, 13 rimbalzi e 10 assist) e conferma una volta di più la sua annata spaziale, in cui sta macinando record su record. Non bastano tra i Mavs ben sei giocatori in doppia cifra per avere la meglio sui Thunder e il blackout finale vanifica un match condotto con autorità dal secondo quarto fino ai concitati minuti conclusivi.

Al fotofinish anche la sfida tra i Memphis Grizzlies e i Sacramento Kings, che prevalgono di misura (91-90) grazie a due tiri liberi a 5”7 dal termine di Darren Collison, autore di 23 punti, 4 rimbalzi e 7 assist. C’è anche lo zampino di Willie Cauley-Stein (12 punti e 9 rimbalzi) nella vittoria dei Kings, che mandano in fumo i 17 punti e 15 rimbalzi di Zach Randolph e i 22 punti di Mike Conley. Non bastano, invece, 36 punti e 17 rimbalzi ad Anthony Davis per evitare la sconfitta dei suoi New Orleans Pelicans 108-100 sul campo degli Utah Jazz, tra le cui fila brilla Rudy Gobert, capace di mettere a referto 20 punti e 19 rimbalzi e consolidare il quarto posto dei suoi ad Ovest.

Netto anche il successo dei Toronto Raptors, che si sbarazzano 131-112 degli Orlando Magic, sfruttando la serata di grazia di DeMar DeRozan (36 punti) e di Cory Joseph (15 punti e 13 assist) e rendendo vana la doppia doppia di Nikola Vucevic (12 punti e 15 rimbalzi) e i 22 punti e 9 assist di Elfrid Payton. Pesa in chiave playoff, infine, il tracollo dei Detroit Pistons, che incassano una netta battuta d’arresto contro i New York Knicks (109-95) e soccombono sotto i colpi di Derrick Rose (27 punti con 12/17 dal campo) e Kristaps Porzingis (25 punti).

Ecco il resoconto dei risultati della notte NBA:

New York Knicks-Detroit Pistons 109-95

Toronto Raptors-Orlando Magic 131-112

San Antonio Spurs-Cleveland Cavaliers 103-74

Dallas Mavericks-Oklahoma City Thunder  91-92

Sacramento Kings-Memphis Grizzlies 91-90

Utah Jazz-New Orleans Pelicans 108-100

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook Lebron James

 

 

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top