Giro delle Fiandre 2017: i favoriti. Peter Sagan e Greg Van Avermaet una spanna sopra tutti gli altri

Sagan-Pier-Colombo.jpg

Ancora pochi giorni e prenderà il via la seconda Classica Monumento della stagione, una delle corse più attese di tutto l’anno: il Giro delle Fiandre. Previsto, come sempre, uno spettacolo unico di pubblico sui muri fiamminghi che sicuramente i corridori riusciranno ad onorare al meglio. Ma chi sono i favoriti per la vittoria finale? Andiamo a scoprirli.

Visto lo stato di forma mostrato nelle ultime uscite, difficilmente il vincitore non uscirà tra la coppia formata da Peter Sagan e Greg Van Avermaet. Il campione del mondo ha una gamba monstre: alla Tirreno-Adriatico ha conquistato due successi di tappa, alla Milano-Sanremo ha dominato sul Poggio, venendo poi battuto di pochi centimetri da Michal Kwiatkowski, mentre alla Gent-Wevelgem solo un grave errore tattico l’ha costretto al terzo posto quando sembrava essere pronto ad alzare le braccia al cielo. Sembra impossibile staccarlo sui muri e in volata è ovviamente più forte di tutti: l’unico problema per lo slovacco della Bora-Hansgrohe potrebbe essere lo schema di corsa. La pressione c’è, ma è minore rispetto a quella che poteva avere alla Classicissima: il successo da padrone del 2016 davanti a Cancellara lo ha già fatto sbloccare in terra belga, ripetersi potrebbe farlo entrare nella storia.

Per quanto riguarda il campione olimpico sono i risultati a parlare chiaro. Il 31enne padrone di casa sembra essere pronto al botto nella classica sempre sognata sin da bambino. Fino ad ora è stato praticamente insuperabile sui muri fiamminghi: Het Nieuwsblad, E3 Harelbeke e Gent-Wevelgem, tre vittorie in altrettante gare. Il fenomeno della BMC dovrà stare ovviamente attento al grande rivale, provando a sfruttare le sue debolezze, visto che in caso di volata a due, almeno al momento, appare battuto.

Il terzo favorito al momento appare il campione belga Philippe Gilbert. Tra i tanti corridori che si trovano a proprio agio sulle pietre fiamminghe per quanto riguarda la QuickStep-Floors, mai come quest’anno sembra essere pronto il campione del mondo di Valkenburg. Piazzamenti alla Dwars Door Vlaanderen e ad Harelbeke, prima tappa della Tre Giorni di La Panne dominata. Il cambio di squadra sembra avergli giovato e può addirittura puntare al colpaccio in una classica che non è mai sembrata essere alla sua portata. L’obiettivo è ovviamente quello di staccare tutti i rivali, magari sorprendendoli in anticipo.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top