Ginnastica, infortunio per Paolo Principi! Si teme la rottura del tendine d’Achille, Italia decima nel Team Challenge di Stoccarda

Paolo-Principi.jpg

A Stoccarda (Germania) è iniziato il lungo weekend dedicato alla seconda tappa della Coppa del Mondo 2017 di ginnastica artistica riservata al concorso generale. Alla Porsche Arena si disputa però anche il tradizionale Team Challenge: la competizione a squadre ha catalizzato l’attenzione del venerdì con i turni di qualificazione.

Per l’Italia, però, il fine settimana è iniziato nel peggior modo possibile visto che durante la prova podio di ieri si è infortunato il capitano Paolo Principi. Per l’azzurro, che ha accusato dolore durante il salto doppio al corpo libero, si parla di una rottura parziale del tendine d’Achille del piede sinistro e lunedì sarà sottoposto a un intervento chirurgico.

Il 27enne ha così risentito di un nuovo problema fisico, tra l’altro allo stesso piede che si era lussato nel 2015 durante la tappa di Serie A al Forum di Milano. Un nuovo stop per il marchigiano che ora proverà a fare gli straordinari tentando di recuperare per i Mondiali in programma a Montreal a inizio ottobre.

 

L’assenza del capitano ha messo in difficoltà l’Italia che si è comunque difesa, concludendo al decimo posto (239.200) insufficiente però per accedere alla Finale in programma domani pomeriggio. Da sottolineare in particolar modo il 14.550 di Marco Lodadio agli anelli, secondo punteggio di giornata alle spalle del britannico Courtney Tulloch (14.750). Per lui anche 13.350 al cavallo, 12.950 al volteggio e 13.100 alle parallele.

Tommaso De Vecchis (13.450 al cavallo, 12.900 agli anelli, 13.100 alle parallele, 13.200 alla sbarra), Lorenzo Galli (13.550, 13.200, 12.850, 13.900, 13.700, 13.400), Marco Sarruggerio (12.750, 12.800, 13.100, 13.450, 13.950, 11.900).

Al comando della classifica c’è il Giappone (247.900) seguito a distanza da Germania e Svizzera (appaiate a 245.800), Gran Bretagna (245.400), Russia (245.250) e Spagna (245.150).

Al femminile nomi grossi. Daria Spiridonova, Campionessa del Mondo alle parallele, è soltanto terza sul suo attrezzo (14.000) alle spalle dell’altra russa Natalia Kapitonova (14.250) e della tedesca Kim Bui (14.150). Si è rivista anche Evgenia Shelgunova (13.500 al volteggio). Elena Eremina prima alla trave (13.450). Il plotone tedesco delle varie Bui, Seitz, Helene Schaefer è al comando con 160.200 punti, quattro decimi meglio della Russia (159.800). Poi il vuoto con Spagna (151.050), Germania 2 (150.050), Svizzera (146.350).

 

(foto Federginnastica)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top