Europa League 2017: Roma-Lione 2-1, le pagelle dei giallorossi. Stephan El Shaarawy super

Salah-Roma-Gianfranco-Carozza.jpg

Ritorno degli ottavi di finale di Europa League allo Stadio Olimpico di Roma: i padroni di casa giallorossi andavano a caccia della clamorosa impresa contro il Lione. E’ arrivata una vittoria per 2-1, ma che non può bastare visto il 4-2 dell’andata. Eliminate tutte le squadre italiane nella competizione. Andiamo a vedere le pagelle dei giallorossi.

Alisson, voto 6,5: poco da fare sul gol, poi non viene praticamente mai chiamato in causa. Sale in cattedra all’80’ quando prima fa il miracolo su Tolisso e poi si immola su Cornet lanciato verso la porta.

Fazio, voto 5,5: netto calo rispetto alle prime uscite della stagione. Perde spesso l’avversario diretto.

Rudiger, voto 5,5: E’ lui a concedere la punizione sulla quale nasce la rete del momentaneo vantaggio francese. Grave errore. Poi cresce nel finale di partita quando dà una grande mano in fase offensiva.

Manolas, voto 6: il migliore al centro della difesa. Non si fa trovare mai impreparato.

Bruno Peres, voto 6: parte fortissimo, galoppando sulla fascia, poi cala leggermente con il passare dei minuti. Dal 59′ El Shaarawy, voto 7: entra in campo e cambia la partita. Dà una spinta in più sulla destra, saltando in ogni occasione l’uomo. La rete del 2-1 è tutto merito suo, poi sfiora addirittura il 3-1. Fondamentale.

De Rossi, voto 6,5: mette bene ordine in mezzo al campo come da tradizione. Perno fondamentale nella squadra giallorossa. Dall’84’ Totti, senza voto.

Strootman, voto 7: in crescendo il centrocampista olandese. Nei primi minuti è davvero dominante: trova il gol, sfiora più volte il raddoppio, recupera palloni e fa ripartire l’azione. Cala con il finire delle energie.

Mario Rui, voto 6,5: buona chance ben sfruttata per il terzino sinistro che fino ad ora era stato poco chiamato in causa da Spalletti. Dal 76′ Perotti, voto 5,5: non riesce a dare la qualità attesa.

Nainggolan, voto 6,5: come di consueto è l’ultimo ad arrendersi in mezzo al campo. Fa entrambe le fasi con una grinta pazzesca.

Salah, voto 6: trova spesso il guizzo, ma è poco incisivo davanti alla porta avversaria.

Dzeko, voto 5: come spesso è accaduto durante la stagione, il fenomeno bosniaco non riesce ad essere decisivo nelle sfide importanti.

All. Spalletti, voto 6: ci prova in tutti i modi a ribaltare questo ottavo di finale, ma la partita sbagliata è quella dell’andata. L’assalto finale è vano.

Foto: Gianfranco Carozza

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top