Boxe, Europei U22 2017: gli Azzurri si fermano in semifinale, tre bronzi per l’Italia

Boxe-U22-FPI2.jpg

Settima giornata di combattimenti per la prima edizione dei Campionati Europei U22 di boxe dilettantistica maschile, organizzati dalla città rumena di Brăila. Il programma di lunedì prevedeva lo svolgimento delle semifinali, con tre Azzurri impegnati ed oramai sicuri della conquista di una medaglia. Al termine dei combattimenti, nessuno degli italiani è riuscito a trovare il pass per la finale, chiudendo quindi con un bilancio di tre bronzi.

Il match più equilibrato è stato senza dubbio quello di Paolo Di Lernia, che nella categoria 64 kg è stato sconfitto per split decision dal georgiano Lasha Guruli, dichiarato vincitore dai giudici per 3-2. Poco da dire, invece, sul match di Cristian Zara (52 kg), che ha provato a tenere testa a Daniel Panev Asenov, pugile bulgaro che detiene il titolo europeo tra i “grandi”, essendosi laureato campione continentale due anni fa davanti al pubblico amico di Samokov, e vincitore ai punti per 5-0. Delusione, infine, per il peso supermassimo Aziz Abbes Mouhiidine, superato dall’austriaco Aleksandar Mraovic per KO tecnico al primo round.

Al termine della giornata di combattimenti, l’head coach Emanuele Renzini si è così espresso attraverso le pagine del sito federale: “Non sono d’accordo con il verdetto del match di Paolo, che avrebbe meritato molto di più. Era un po’ stanco, poiché veniva dall’incontro battaglia di ieri, ma ha comunque disputato un grande match. Il suo è stato un grandissimo torneo. Cristian ha dato del filo da torcere al Campione Europeo, vincendo di netto la terza ripresa. Sono molto soddisfatto di ciò che ha fatto durante tutto l’arco di questo europeo. Peccato per Abbes, che, partito molto bene, ha preso quel colpo che l’ha sorpreso. Tre Bronzi, comunque, sono un buonissimo bottino finale“.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA DELLE FINALI

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FPI

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top