Tour de France 2016: sesta tappa, Arpajon sur Cere – Montauban, tornano in scena i velocisti?

tour-de-france-etape-6-arpajon-sur-cere-montauban.jpg

Si è disputata ieri la prima tappa che prevedeva qualche ascesa nel finale per il Tour de France 2016. Nulla di trascendentale, ovviamente, ma alcune fatiche potrebbero già farsi sentire nelle gambe dei corridori. Oggi si disputerà la sesta frazione: partenza da Arpajon sur Cere e arrivo a Montauban, dopo 190 km.

Pochissime le difficoltà altimetriche previste: soli tre GPM in questa giornata, tutti concentrati nella prima parte di gara. Si parte a 622 metri di altitudine, mentre si arriva a 92. Ci sarà infatti una lunga discesa ad inizio corsa: al chilometro 23 da Montsalvy si va verso Viellevie. Al 62 la prima salita di giornata: Col des Estaques, 2 km al 6%. Breve tratto di mangia e bevi e poi Côte d’Aubin, 1.3 km al 5,4%, una salita di quarta categoria. Fase di gara centrale molto tranquilla, con lunghi tratti pianeggianti.

L’ultima salita di giornata, al chilometro 145, Côte de Saint-Antonin-Noble-Val, poco più di 3 km al 5.1 %, di terza categoria. Poi si va spediti verso l’arrivo che si annuncia ovviamente allo sprint: nessuna difficoltà nella fase finale, con anche gli ultimi 500 metri che sono favorevoli ai velocisti puri.

Sarà la volta buona per André Greipel? Tra i velocisti attesissimi è l’unico che ancora si deve sbloccare. Il Gorilla della Lotto – Soudal se la dovrà vedere con i già vincitori di tappa Marcel Kittel e Mark Cavendish. Ovviamente pronto a piazzarsi Peter Sagan, per guadagnare punti per la “sua” Maglia Verde. Coquard, Kristoff e Degenkolb i nomi da tenere d’occhio per una possibile sorpresa. L’Italia attende un segnale da Davide Cimolai.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top