Equitazione: i principali risultati di domenica 28 febbraio

Il week-end di gare che si è appena concluso era il penultimo valido per le qualificazioni olimpiche nelle tre discipline equestri facenti parte del programma a cinque cerchi (salto ostacoli, dressage, concorso completo). Vediamo i principali risultati di domenica, con un occhio di riguardo per gli italiani.

SALTO OSTACOLI

Leggi anche: Vittorie per Moneta e De Luca

Al CSI tre stelle di Oliva-Valencia, in Spagna, tappa del Mediterranean Equestrian Tour, Alberto Zorzi si è classificato quarto del Grand Prix finale con Fai Light Van t Heike. L’azzurro ha chiuso la prova mista con un doppio netto ed un tempo finale di 38″85. La vittoria è andata al francese Laurent Guillet su Sultan du Chateau (36”75), che ha preceduto il belga Constant van Paesschen su Compadre van de Helle (36″99) e l’olandese Yves Houtackers su Abrisco V (37″69).

Al CSI due stelle di Vilamoura, sede dell’Atlantic Tour, Matteo Zamana ha conquistato la vittoria nel Grand Prix finale. Sul percorso portoghese, l’azzurro ha montato Ramita Mail, chiudendo con un doppio netto ed un crono nel barrage di 57″38. Sul podio, alle spalle di Zamana, troviamo la norvegese Marit Skollerud su Barcelona (58″12) ed il francese Romain Potin su Tzigano Massuere (58″95). Solamente i tre binomi del podio hanno completato le due run senza errori.

CONCORSO COMPLETO

Il CCI3* di Montelibretti ha premiato l’australiano Andrew Hoy in sella a Cheeky Calimbo (44.60 punti negativi). Hoy ha ottenuto anche il secondo posto con Rutherglen (53.30), mentre il podio è stato completato dall’amazzone svizzera Melody Johner in sella a Frimeur du Record Ch (59.30). Ottimo sesto posto per Pietro Roman con Barradauf (62.00), che si trovava addirittura terzo prima del salto ostacoli, mentre Lino Paparella si è classificato ottavo su Dunbeggin (90.60).

L’elvetica Johner, già terza nel tre stelle, ha vinto poi la prova del CCI1* con Viril Peccau Ch (50.30 punti negativi), battendo le azzurre Francesca Blasi su Deauville Beekhoeve e Costanza Mantici su Lord Aragorn Af.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Constant Van Paesschen

ultimo aggiornamento: 29-02-2016


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpinismo: Italia protagonista nella team race, collezione di podi

Judo: le parole di Matteo Marconcini dopo la medaglia d’oro