Atletica, Diamond League – A Zurigo assegnati i diamantoni: sfilata di Campioni del Mondo

shelly-ann-fraser-pryce.jpg

A Zurigo (Svizzera) si è disputata la prima Finale della Diamond League, il grande circuito itinerante dell’atletica leggera. Si ritornava in pista dopo i Mondiali conclusi solo qualche giorno fa. Prestazioni non elevatissime ma molti Campioni del Mondo si sono messi in luce. Assegnati i primi diamantoni del valore di 30mila dollari ciascuno. Tra una settimana la seconda finale a Bruxelles che chiuderà la stagione della grande atletica leggera.

 

100 METRI (femminile) – Tutto facile per la Campionissima Shelly-Ann Fraser-Pryce (10.93) che precede la nigeriana Blessing Okagbare (10.98) e la statunitense Tori Bowie (11.06) aggiudicandosi anche il diamantone.

200 METRI (maschile) – Diamond League bistrattata dai big della specialità. Il panamense Alonso Edward vince nuovamente (20.03) e porta a casa il diamante. Secondo il giamaicano Rasheed Dwyer (20.20), terzo il sudafricano Anaso Jobodwana (20.24).

400 METRI (maschile) – Dopo i fuochi pirotecnici del Mondiale il terzetto dei sub 44’’ si calma. LaShawn Merritt si prende la rivincita e con 44.18 regola Kirani James (44.28) e Wayde Van Niekerk (44.35). Diamante al grenadino Campione Olimpico per tre lunghezze sullo statunitense.

800 METRI (femminile) – Implacabile la kenyota Eunice Sum che prova ad alleviare l’amarezza per il terzo posto dei Mondiali. Trionfa in 1:59.14 a sugello di una stagione da dominatrice (Pechino esclusa) con il diamantone, seconda la britannica Lynsey Sharp (1:59.37), terza la tedesca Fabienne Kohlmann (1:59.68). Solo quinta la Campionessa del Mondo Marina Arzamasova (2:00.69).

110 METRI OSTACOLI – Il Campione del Mondo Sergey Shubenkov vince la tappa (13.14) ma il diamantone è di David Oliver (secondo in 13.30), terzo il cubano Orlando Ortega (13.30).

400 METRI OSTACOLI (femminile) – Tutto facile per l’icona Zuzana Hejnova che di rientro dall’affermazione iridata si impone in 54.47 e conquista il diamantone. Seconda la danese Sara Petersen (54.57), terza la statunitense Georganne Moline (54.89).

1500 METRI (maschile) – Tutto facile per Asbel Kiprop: tappa (3:35.79) e diamante. Podio tutto kenyano completato da Elijah Manangoi (3:36.01) e Robert Biwott (3:36.04).

3000 METRI SIEPI (maschile) – Paul Koech vince la tappa (8:10.24) ma non può sfilare il diamante al connazionale Jairus Birech (8:15.64). Il Kenya manca il tris per merito dello statunitense Evan Jager (8:18.39).

3000 METRI (femminile) – Almaz Ayana sconfigge ancora Genzeba Dibaba, proprio come sui 5000m ai Mondiali. Finisce 8:22.34 a 8:26.54 ma alla primatista mondiale dei 1500m basta il secondo posto per conquistare il diamantone.

 

SALTO IN ALTO (maschile) – Duello tra Barshim e Bondarenko ma non ad altissime quote. Si impone il qatarino (2.32 alla prima) che conquista anche il diamantone, secondo l’ucraino (2.30) alla prima). I due si sono anche sfidati a quota 2.34 ma sono arrivati tre nulli. Secondo il cinese Guowei Zhang (2.30 alla terza), ritirato il Campione del Mondo Derek Drouin a 2.23 (2.19 alla seconda), Gianmarco Tamberi quinto (2.23 alla seconda, tre nulli a 2.27).

SALTO IN LUNGO (femminile) – Tianna Bartoletta viene sconfitta dopo l’apoteosi iridata. La statunitense si ferma a 6.97 ma non basta per fare meglio della serba Ivana Spanovic che si spinge al record nazionale (7.02). La Campionessa del Mondo si consola comunque con il diamantone.

SALTO IN LUNGO (maschile) – Greg Rutherford e Marquis Dendy saltano entrambi a 8.32 ma è il Campione del Mondo a imporsi in virtù di una miglior seconda misura (8.27 a 8.11). Il britannico conquista il diamantone davanti allo statunitense mentre il terzo posto è dell’australiano Fabrice Lapierre (8.27).

SALTO CON L’ASTA (femminile) – 4.77 al primo tentativo e scacco matto. La greca Nikoleta Kiriakopoulou conquista tappa e diamantone abbattendo la brasiliana Fabiana Murer e la fresca Campionessa del Mondo Yarisley Silva (per entrambe 4.72 alla prima).

 

LANCIO DEL DISCO (maschile) – Il polacco Robert Urbanek sconfigge il connazionale Piotr Malachowski (65.78 a 65.04) ma il diamantone va nelle mani del Campione del Mondo. Gerd Kanter terzo con 64.38.

GETTO DEL PESO (femminile) – Facile successo per la tedesca Christina Schwanitz (19.91). La Campionessa del Mondo corona al meglio la stagione perfetta aggiudicandosi al diamantone. Seconda la statunitense Michelle Carter (19.12), terza l’ungherese Anita Marton (18.42).

TIRO DEL GIAVELLOTTO (femminile) – Barbora Spotakova si risolleva dallo scotto mondiale, vince la tappa (64.31) e si porta a casa il diamantone. La ceca precede la canadese Elizabeth Gleadle (62.70) e la fresca Campionessa del Mondo Katharina Molitor (62.43 per la tedesca).

 

STAFFETTA 4X100 METRI (femminile) – Trionfo della Giamaica di Fraser-Pryce (41.60), da annotare il quinto posto dell’Italia (Riva, Siragusa, Bongiorni, Hooper, 43.78).

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top