F1, GP Gran Bretagna 2015, prove libere: Rosberg mattatore di giornata, Ferrari bene

Nico Rosberg autentico mattatore delle libere del Gp di Gran Bretagna, nono appuntamento del Mondiale di F1 2015. Il pilota tedesco della Mercedes si è issato in vetta all’ordine dei tempi con un strepitoso 1:34.155, in configurazione da qualifica, e una simulazione da gara ancora più impressionante sul passo del 1.37.9-1:38 basso. Un Nico, dunque, che, dopo la vittoria in Austria e il -10 da Lewis Hamilton in classifica generale, sembra molto motivato e voglioso di giocare un bello scherzo nella gara di casa per l’inglese. Lewis che, invece, non è stato altrettanto performante sia con poca benzina a bordo che nelle prove di durata. Il quarto crono in 1:34.621 certifica un venerdì non positivo per il britannico, confermato anche dal long run sul piede del 1:39.

Positive, invece, le indicazioni per la Ferrari. La Rossa ha dimostrato di essere in buona forma, soprattutto con le mescole più morbide ed è stata autrice, sia con Sebastian Vettel che con Kimi Raikkonen, di ottime prestazioni sul giro singolo. L’1:34.502 per il finlandese e l’1:34.522 per il teutonico è valso la seconda e terza posizione del turno. La SF15-T, in particolare, ha dimostrato buona velocità nel primo e terzo settore mentre nella serie di curve veloci  Copse, Maggots, Becketts, Chapel accumula gran parte del gap dalle frecce d’argento. In questo senso, la W06 Hybrid ha ancora un notevole vantaggio in termine di carico aerodinamico.

Chi ha sorpreso, è la Red Bull di Daniil Kvyat, autore del quinto tempo in 1:35.009 con pneumatici duri e di un grande stint di gara sul passo del 1:38. Il russo, in questo senso, sarà da guardare con attenzione più ancora delle Williams che non hanno dato l’impressione di digerire molto le caratteristiche del circuito britannico.

A chiosa, notte fonda ancora per la Mclaren con Jenson Button tristemente in penultima posizione e Fernando Alonso 14esimo a più di 2 secondi dalla vetta e protagonista di un’uscita di pista alla curva 9 che lo ha costretto a sostare più di 40 minuti ai box.

 

ORDINE DEI TEMPI:

CI_rGLzVEAA6Eu1

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Twitter: @Giandomatrix

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Motocross, GP Svezia 2015: Tony Cairoli e il sogno iridato ad Uddevalla

F1: nuovi cambiamenti in vista nel circus! Partenza manuale dal GP del Belgio 2015