Sci alpino, Coppa del Mondo: a Maribor avanti le giovani azzurre

sosio.jpg

La Coppa del Mondo femminile di sci alpino riparte da Maribor, celebre località slovena posta poco oltre il confine con l’Italia che ospita il massimo circuito sin dagli anni Settanta: numerosi, tuttavia, i casi di rinvio, prevalentemente perché la Pohorje 2 termina a 347 metri sul livello del mare, un’altitudine davvero bassa in un contesto climatico sempre più orientato verso l’innalzamento delle temperature.

Né si può dire che il tracciato sloveno si presenti particolarmente impegnativo sul piano della pendenza, ma in ogni caso, nel suo piccolo, costituisce una “classica” del calendario di ogni stagione. Due anni fa, il gigante fu vinto da Lindsey Vonn davanti a Tina Maze ed Anna Fenninger, con Denise Karbon al decimo posto; in slalom, successo per la Tina di casa su Frida Hansdotter e Kathrin Zettel, con un’ottima sesta piazza di Irene Curtoni. Le gare tra le porte larghe del 2009 e del 2008 furono quelle che invece sorrise maggiormente, negli ultimi anni, alla nazionale azzurra: nel caso più vicino, la solita Maze a segno, seconda piazza per Denise Karbon e quinta per Manuela Moelgg; dodici mesi prima, l’atleta di San Vigilio di Marebbe occupò il secondo gradino del podio proprio davanti alla Karbon, battuta unicamente da Lizzi Goergl.

Tutto sommato, dunque, una pista non sgradita alle italiane, che si presentano oltreconfine con una formazione estremamente giovane. Un ritorno e due debutti: con la rinuncia allo slalom di Federica Brignone, il contingente tra i rapid gates viene completato da Sabrina Fanchini e Federica Sosio. La più piccola delle sorelle camune viene da un successo in una gara Fis nazionale all’Abetone che le ha di fatto spalancato le porte del rientro in CdM dopo l’apparizione sul Rettenbach ad ottobre: in slalom, tuttavia, non la si vede da gennaio 2014 e ha ottenuto punti solamente nelle sue prime tre uscite, nell’inverno 2010-2011. La Sosio, invece, viene dall’Alta Valtellina ed è del 1994: per lei, di recente, un podio in Coppa Europa in supergigante. Tra i rapid gates tuttavia dimostra una buona condizione, coronata ieri dal 10° posto nel circuito continentale a Bad Wiesee.
Infine, Valentina Cillara Rossi: genovese come Camilla Alfieri, ex gigantista di buon livello, ha fatto registrare ottimi progressi proprio tra le porte larghe e non disdegna di lanciarsi in velocità. La sua crescita appare davvero notevole, così avrà l’opportunità di misurarsi con le migliori in una disciplina – forse l’unica – nella quale l’Italia femminile ha una profonda abbondanza di scelta. Ah, ci sarà anche Marta Bassino, talento del 1996 che in una manche e mezza di Mondiale ha confermato quanto di buono fatto nelle prime gare della carriera in CdM.

Per restare aggiornato sul mondo della montagna, visita La GrandeNeve, anche su Facebook

foto: pagina Facebook Andrea Anzi/Federica Sosio

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top