Judo, European Cup cadetti: Christian Parlati oro, l’Italia chiude con undici medaglie

Judo-Christian-Parlati-EJU.jpg

Dopo la medaglia d’oro vinta da Manuel Lombardo nella giornata di ieri, l’Italia ha continuato a giocare un ruolo da protagonista nel primo torneo europeo dell’anno per la categoria cadetti, l’European Cup di Zagabria.

Sui tatami croati si è distinto soprattutto Christian Parlati, che lo scorso gennaio ha compiuto diciassette anni. L’azzurrino ha realizzato un percorso eccezionale nella categoria 73 kg, mettendo a segno cinque ippon dal primo turno alle semifinali, battendo nell’ordine lo sloveno Nik Debeljak, l’israeliano Dilan Rechister, il serbo Nikola Cirilović, l’ungherese Dénes Királyházi e lo slovacco Michal Šmída. In finale, Parlati ha dovuto sudare di più contro l’ucraino Oleksandr Cherkai: entrambi i judoka hanno messo a segno un waza-ari, ma a fare la differenza sono stati i due yuko dell’atleta napoletano.

Ma l’ottima giornata del judo giovanile azzurro non si è fermata alla vittoria di Parlati. Sempre nel settore maschile, Andrea Fusco, recente vincitore del Trofeo Alpe Adria a Lignano, ha ottenuto la medaglia di bronzo della categoria 81 kg, vinta in modo perentorio dal francese Sofiane Aït-Mohamed-Amer, vincitore di tutti i suoi incontri per ippon ed unico ad infliggere al rappresentante italiano una sconfitta, in occasione della semifinale. Tra le ragazze, hanno raggiunto il terzo gradino del podio Flavia Favorini (57 kg) e Chiara Lisoni (63 kg). Da segnalare anche il quinto posto di Nicole D’Isanto (63 kg) ed il settimo di Vanessa Origgi (+70 kg).

Al termine delle du giornate di gara, l’Italia ha chiuso al terzo posto nel medagliere dell’Europa Cup, alle spalle dell’Ucraina e della Francia, ma con un numero di medaglie superiore a tutte le altre nazioni (undici contro le dieci della Francia). Grazie agli ori di Lombardo e Parlati, inoltre, la delegazione azzurra ha ottenuto il primo posto nella classifica maschile davanti ad Ucraina e Francia, mentre tra le ragazze la Croazia ha preceduto Francia e Slovenia (Italia nona).

RISULTATI

Maschili

73 kg: 1) Christian Parlati ITA, 2) Oleksandr Cherkai UKR, 3) Itamar Amir ISR, 3) Vadim Rudii MDA

81 kg: 1) Sofiane Aït-Mohamed-Amer FRA, 2) Eduard Serban ROU, 3) Andrea Fusco ITA, 3) Toni Miletić BIH

90 kg: 1) Oleksii Babenko UKR, 2) Paul Devos FRA, 3) Antanas Kmieliauskas LTU, 3) Stefan Mićić SRB

+90 kg: 1) Vladimir Kostić SRB, 2) Aleksandar Krsmanović BIH, 3) Kristóf Fábos HUN, 3) Alieksiei Moisieiev UKR

Femminili

57 kg: 1) Angelika Szymanska POL, 2) Marine Giraud FRA, 3) Flavia Favorini ITA, 3) Ulyana Minenkova BLR

63 kg: 1) Jovana Obradović SRB, 2) Anja Obradović SRB, 3) Chiara Lisoni ITA, 3) Assia Saïd-Errhamani FRA

70 kg: 1) Karla Prodan CRO, 2) Boryana Borisova BUL, 3) Petra Opresnik SLO, 3) Jovana Peković MNE

+70 kg: 1) Markéta Paulusová CZE, 2) Soumaya Derrouazi FRA, 3) Lea Gobec CRO, 3) Mercédesz Szigetvári HUN

MEDAGLIERE

#

NAZIONE

O

A

B

TOT

1.

Ucraina (UKR)

3

1

2

6

2.

Francia (FRA)

2

5

3

10

3.

Italia (ITA)

2

1

8

11

4.

Serbia (SRB)

2

1

2

5

5.

Croazia (CRO)

2

0

1

3

6.

Repubblica ceca (CZE)

2

0

0

2

7.

Bulgaria (BUL)

1

2

1

4

8.

Slovenia (SLO)

1

1

2

4

9.

Polonia (POL)

1

0

0

1

10.

Ungheria (HUN)

0

1

3

4

11.

Israele (ISR)

0

1

2

3

12.

Romania (ROU)

0

1

1

2

13.

Bosnia Erzegovina (BIH)

0

1

1

2

14.

Austria (AUT)

0

1

0

1

15.

Lituania (LTU)

0

0

1

1

16.

Moldavia (MDA)

0

0

1

1

16.

Montenegro (MNE)

0

0

1

1

18.

Bielorussia (BLR)

0

0

1

1

18.

Gran Bretagna (GBR)

0

0

1

1

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top