Golf, Joburg Open: Wallie Coetsee sempre al comando, Paratore 32esimo

10425496_866367333395676_9134319621727861562_n.jpg

Wallie Coetsee si conferma al comando del Joburg Open (montepremi € 1.280.000) anche al termine del terzo round e partirà con i favori del pronostico nelle ultime 18 buche. Il 42enne sudafricano, in grado di conquistare una sola Top 10 sull’European Tour nel lontano 1999, ha limitato i danni con un 70 (-2), con cui ha abbassato il proprio score a -14. Cinque birdie e tre bogey per lui sul Royal Johannesburg & Kensington, con un ultimo colpo guadagnato che gli consentirà di avere due lunghezze di vantaggio sugli inseguitori.

Il quartetto anglo-sudafricano installatosi in seconda posizione, infatti, è a quota -12 ed è formato dai padroni di casa Tjaart van der Walt e Jacques Blaauw e dagli inglesi Steve Webster e David Howell, con quest’ultimo che è il giocatore con la carriera più prestigiosa nelle prime posizioni. La Top 10, oltretutto, è caratterizzata completamente da bandierine inglesi e sudafricane, visto che al sesto posto ci sono i britannici Simon Dyson, Paul Waring e Anthony Wall insieme ai beniamini di casa Garth Mulroy, George Coetzee, Thomas Aiken, Chris Swanepoel e Anthony Michael (-11).

Si mantiene a metà classifica Renato Paratore, 32esimo a -7 dopo un 71 (-1). Il romano, dopo quattro bogey e tre birdie, trova lo spunto giusto nel finale con due birdie consecutivi per raddrizzare la classifica nelle ultime tre buche. Giornata negativa per Alessandro Tadini, che a causa di un 74 (+2) scivola in 57esima posizione (-4). Il punteggio sarebbe stato anche più pesante, se non fosse stato per un provvidenziale eagle arrivato alla 18 che ha ammorbidito i quattro bogey precedenti.

Twitter: @panstweet

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Credit Federgolf

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top