F1, Maurizio Arrivabene: “Manteniamo i piedi per terra, vincere due gare sarebbe un successo”

F1-Ferrari-Vettel-Giancarlo-Cattagni-3.jpg

Nel Day 2 dei test di Barcellona, è stato il giorno di Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari che si è prestato alle domande dei giornalisti, accorsi in conferenza stampa.

Ecco uno stralcio delle dichiarazioni del dirigente di Maranello da ferrari.com: “Il mio compito è quello di ricostruire la squadra, darle serenità e fare in modo che la grande determinazione che ho visto in ognuno di loro sia ricompensata dai risultati. Non ho mai creduto al fatto che ci possano essere campioni del mondo invernali: teniamo i piedi per terra: come abbiamo già detto a dicembre, vincere due gare sarebbe un successo, tre un trionfo e se vinciamo quattro volte saliamo a piedi nudi sulle colline di Maranello”. “Abbiamo una coppia di piloti straordinaria, sono anche ottimi amici e questo non potrà che giovare a tutta la squadra. Voglio sottolineare ancora una volta che la cosa più importante è lavorare uniti, con obiettivi comuni e la grinta che ho visto negli occhi di chi ha lavorato notte e giorno, inclusi il 24 ed il 31 dicembre, ascoltando il suono dei motori o lavorando in Meccanica o ai Compositi anziché “Jingle Bells”. Ho trovato persone di grande valore a Maranello e ognuno sta portando il proprio contributo, ben sapendo, però, che comunque la vettura non appartiene a nessuno, se non alla Ferrari e alla sua gente”.

Parole chiare quelle di Arrivabene, per buttare un po’ di acqua sul fuoco e stemperare i facili entusiasmi ma, nello stesso tempo, mirare sempre ai massimi traguardi che competono alla Rossa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: CATTAGNI

giandomenico.tiseo@olimpiazzurra.com

Twitter: @Giandomatrix

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top