Calcio – Europa League: italiane, provateci!

logo-uefa-europa-league.jpg

Comincia stasera la fase a eliminazione diretta dell’Europa League 2014-2015. Saranno ben cinque le italiane al via, quattro qualificate dai gironi (en-plein che mancava da tempo) più la Roma retrocessa dalla Champions. La possibilità di fare strada e garantire al Bel Paese punti preziosi per il ranking Uefa è ghiotta. Attenzione dunque a non sottovalutare l’impegno come troppe volte accaduto in passato: in un periodo storico in cui la Champions appare fuori portata per quasi tutte le squadre della Serie A, l’Europa League deve diventare una priorità quasi assoluta.

Torino-Athletic Bilbao, ore 19: il sorteggio a dicembre pareva impossibile per i granata, in astinenza di gol e in piena lotta per non retrocedere in campionato. Invece Giampiero Ventura ha rivoluzionato la squadra dopo la sosta invernale, cambiando il centrocampo e centrando quattro vittorie consecutive che mancavano da oltre 30 anni. Compreso un preziosissimo 0-1 a San Siro al 94′. E ora il Toro è in piena lotta per l’Europa League, con autostima ritrovata e, finalmente, nessuna paura nel giocare a viso aperto contro ogni avversario. I baschi che ad agosto hanno estromesso il Napoli dai preliminari di Champions rimangono sulla carta superiori, ma il pronostico non è più scontato.

Trabzonspor-Napoli, ore 19: trasferta lontana ma non impervia per i partenopei, reduci dal brutto ko di Palermo dopo un ottimo inizio di 2015. L’acquisto di Manolo Gabbiadini si sta rivelando azzeccato e Rafa Benitez è un allenatore che conosce l’importanza delle coppe europee. Per questo gli azzurri non dovrebbero incontrare troppi ostacoli sulla strada verso gli ottavi di finale: i turchi di Trebisonda furono sconfitti l’anno scorso nel doppio confronto proprio ai sedicesimi dalla Juventus.

Roma-Feyenoord, ore 19: l’aria che tira in casa giallorossa è pesante. Lo 0-0 con il Parma di domenica pomeriggio ha risollevato il coperchio del vaso delle critiche solo parzialmente coperto dal 2-1 di Cagliari di dieci giorni fa. Tra infortuni e scarsa condizione la Roma non è più quella di inizio stagione: qualcosa si è rotto tra Rudi Garcia e l’ambiente (spogliatoio e pubblico), e il recente passato insegna come nella Capitale le fratture siano più insanabili rispetto ad altrove. Le speranze tricolori rimangono appese a un filo, grazie al rigore sbagliato da Vidal a Cesena, e ancora non è chiaro se l’Europa League sarà vista come un peso dopo l’eliminazione dalla Champions o piuttosto come un’ancora di salvezza per una stagione finora al di sotto delle aspettative. Il Feyenoord è un avversario rognoso: guai a sottovalutarlo.

Tottenham-Fiorentina, ore 21.05: per i viola vale lo stesso discorso del Torino. A dicembre gli Spurs sembravano nettamente favoriti soprattutto per i demeriti della squadra di Vincenzo Montella, oltremodo altalenante e spuntata in attacco con un Mario Gomez assolutamente fuori forma. Adesso invece la Fiorentina ha svoltato, confermando il proprio valore grazie all’arrivo del frizzante Salah al posto di Cuadrado e rinforzandosi con il mancino prelibato di Alessandro Diamanti. Se Gomez dovesse tornare il vero Gomez (come mostrato a sprazzi in Coppa Italia), l’incontro sarebbe in pieno equilibrio. Gli inglesi possono fare affidamento su rapidità e fisicità, ma in difesa non sembrano insuperabili.

Celtic-Inter, ore 21.05: il ritornello delle sfide contro i biancoverdi di Glasgow, rivali due anni fa della Juventus e nella passata stagione del Milan, è il medesimo da anni. Squadra rocciosa e di carattere, ma senza grandi individualità. Attenzione soprattutto all’atmosfera di Celtic Park, ma per il resto le squadre italiane hanno sempre avuto vita facile. Se lo augura anche Roberto Mancini, che dopo l’eliminazione in Coppa Italia ha ritrovato fiducia e risultati con il 3-0 al Palermo e il 4-1 sull’Atalanta. La qualità dei nerazzurri è indiscutibilmente superiore e il passaggio del turno è d’obbligo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top