Basket, Final Eight Coppa Italia 2015: domani il via, tutte contro Milano

basket-daniel-hackett-olimpia-milano-fb-olimpia-milano.jpg

Manca davvero pochissimo alla prima palla a due della Final Eight di Coppa Italia 2015, che si disputerà quest’anno a Desio. Otto squadre che si contenderanno il trofeo nella consueta formula della Final Eight, con quattro quarti di finale il venerdì, le due semifinali il sabato e la finalissima la domenica.

Una Final Eight che si può riassumere in una frase: “Sette squadre contro Milano”. Inutile fare tanti giri di parole, l’Olimpia è assolutamente la super favorita per la vittoria finale e arriva a questo fine settimana con una striscia aperta di quattordici vittorie consecutive in campionato. Ad andare contro la squadra di Banchi è il rapporto negativo che l’EA7 ha con la Coppa Italia. Infatti Milano non vince dal 1996 e anche l’anno scorso quando sembrava dover essere la vincitrice annunciata si è fermata ai quarti di finale. Davvero difficile pensare che la situazione possa ripetersi, anche perchè l’Olimpia è nella parte di tabellone più semplice sulla carta, visto che al primo turno affronta Avellino (non Sassari come lo scorso anno) e poi avrebbe la vincente di Venezia-Brindisi.

Evitate dunque le due principali rivali, la Sassari campione in carica e Reggio Emilia, che sembra davvero la maggior indiziata a raggiungere l’ultimo atto insieme a Milano. In partita secca probabilmente la Dinamo è la squadra peggiore da incontrare, perchè se le funziona il tiro da tre sono davvero guai per tutti; mentre dall’altra parte abbiamo una Reggio Emilia pronta al definitivo salto di qualità e che ha giocatori esperti e che sanno come si vince una Coppa Italia, come Kaukenas e Diener, anche se cresce l’ansia per un affaticamento muscolare di Drake e che potrebbe mettere in dubbio la sua presenza già domani contro Trento.

Abbiamo parlato di Venezia-Brindisi, probabilmente il quarto di finale più equilibrato. La Reyer sta davvero disputando un campionato di grande livello, essendo seconda a pari merito con Reggio e può contare su giocatori come Goss e Peric che possono vincere una partita da soli. L’Enel arriva da tre sconfitte in cinque partite in campionato, ma l’ultima vittoria in EuroChallenge ha riaperto i giochi qualificazione per la squadra di Bucchi che arriva con molta più fiducia all’impegno di domani.

Non restano che le altre tre squadre: Trento, Cremona ed Avellino. Tutte e tre ricoprono il ruolo della possibile sorpresa, ma forse solo l’Aquila ha le carte per provare a raggiungere almeno la semifinale, anche se Reggio Emilia è un ostacolo davvero durissimo. Per la Vanoli ci sarà Sassari e proverà a contare sull’esperienza dei suoi senatori Vitali e Cusin; mentre la Sidigas dovrà affrontare Milano e nell’ultima domenica l’Olimpia ha passeggiato proprio contro i campani.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB Olimpia Milano

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top