Skeleton, Coppa del Mondo: a Lake Placid Yarnold e Dukurs iniziano da dove avevano terminato

524638_342255839246444_1582143933_n1.jpg

Venerdì sera si sono disputate sul catino di Lake Placid le prime gare della nuova Coppa del Mondo di skeleton maschile e femminile. Pochissime sorprese, a vincere sono stati i due detentori delle coppe della scorsa stagione.

Al maschile la stagione si è riaperta così come si era chiusa: con una doppietta lettone. Martins Dukurs, alla prima uscita dopo la “delusione” olimpica (argento per lui, alle spalle di Alexander Tretiakov), si è aggiudicato la gara, con 30 centesimi di vantaggio sul fratello maggiore Tomass. Terza posizione per lo statunitense Matthew Antoine: il padrone di casa, bronzo olimpico in carica, questa volta non riesce a sorprendere tutti su un catino a lui molto favorevole. Grande assente di questa prima tappa di Coppa è proprio il campione olimpico Tretiakov: il russo ha preferito iniziare la stagione in Coppa Europa. Alle spalle dei nomi noti troviamo due giovani: il tedesco Jungk, ottimo quarto, e l’austriaco Maier, sesto. 20mo (primi punti di Coppa del Mondo della stagione) l’italo-canadese Joe Cecchini, unico azzurro impegnato in questa prima tappa. Obiettivo miglioramento sulla pista “di casa” di Calgary.

Tra le donne troviamo un netto calo di competitività. La britannica Elizabeth Yarnold, a causa dei ritiri o delle assenze note (Noelle Pikus-Pace, Katie Ulhaender e Shelley Rudman), non sembra avere rivali. Dominio assoluto per la campionessa olimpica che ha preceduto di 77 centesimi la sorprendente canadese Elisabeth Vathje che in casa, a Calgary nel prossimo fine settimana, potrà fare ancora meglio. Terza, a quasi un secondo, la campionessa d’Europa Janine Flock.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: FB Yarnold

 

Tag

Lascia un commento

Top