Salto con gli sci: Freund e Fannemel approfittano delle assenze e allungano in Russia

Anders-Fannemel-Tadeusz-Mieczyński-CC-BY-SA-3.0.jpg

Nel fine settimana si sono disputata a Nizhni Tagil, in Russia, due gare valide per la Coppa del mondo di salto con gli sci. Data la trasferta non certo comodissima, alcuni tra i big del circuito hanno deciso di non prendere parte alle competizioni e concentrarsi sugli allenamenti in vista delle prossime uscite e in particolare della Tournèe dei Quattro Trampolini.

Tra le assenze più rilevanti quelle del ceco Roman Koudelka e dello svizzero Simon Ammann, rispettivamente in prima e seconda posizione in classifica generale dopo le gare di Lillehammer. Il doppio zero in classifica messo a referto ha dato la possibilità ad altri di issarsi nelle posizioni di vertice della classifica. Il norvegese Anders Fannemel ha sfruttato al meglio la situazione e con un primo e un secondo posto ha conquistato il pettorale giallo. Tecnicamente quasi impeccabile, ha fatto valere le proprie doti sottolineate anche da condizioni atmosferiche adatte, specialmente nella giornata di sabato. Domenica il forte, e variabile, vento ha costretto la giuria ad interrompere la gara.

Il successo è andato al tedesco Severin Freund, al comando dopo la prima serie di salti poi ufficializzata come risultato finale. Attualmente occupa la seconda posizione in classifica generale, distanziato di 69 punti da Fannemel. Alle sue spalle lo sloveno Peter Prevc, che non ha dato le risposte attese in un contesto di gara come quello russi in cui la concorrenza non era ferrata come in altre occasioni. Impressionante la costanza dell’austriaco Michael Haybök, sempre nelle zone alte della classifica nonostante fino a questo momento gli sia mancato l’acuto e quarto nella generale. Tecnicamente sembra molto solido ed è tra i migliori del circuito: in ottica Tournèe potrebbe essere un outsider molto interessante. Gregor Schlierenzauer, che appare in crescita fisica e tecnica, è quinto, proprio davanti a Koudelka e Ammann.

Questi sono gli atleti che allo stato attuale delle cose sembrerebbero avere le maggiori possibilità di giocarsi il successo finale, mentre è rimasto leggermente più attardato Anders Bardal, decimo alle spalle di Stefan Kraft e Noriaki Kasai. Il giapponese, come tutti gli atleti di punta della squadra, non ha preso il via nelle gare di questo week end ma resta uno degli uomini probabilmente più in forma. Se l’età potrebbe impedirgli di lottare per tutta la stagione per la generale, un occhio di riguardo per lui va tenuto durante la Tournèe. La zampata dell’esperto nipponico potrebbe nascondersi dietro l’angolo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Tadeusz Mieczyński – CC-BY-SA 3.0

Lascia un commento

Top