Pallamano femminile, Europei 2014: sesto titolo continentale per la Norvegia

Pallamano-Norvegia-femminile-EHF1.jpg

Il Campionato Europeo 2014 di pallamano femminile si è archiviato quest’oggi alla Sports Arena “László Papp” di Budapest (Ungheria) con il sesto trionfo in undici edizioni della Norvegia, capace di battere la Spagna per 28-25, conquistando così anche il pass per le Olimpiadi di Rio 2016.

Nella prima parte dell’incontro, erano state le iberiche a fare la partita, guidate da un’ottima Nerea Pena, alla fine autrice di dieci reti: all’intervallo, infatti, la Spagna guidava per 12-10. Nella ripresa, però, le campionesse olimpiche hanno cambiato ritmo, ed a salire in cattedra è stata Silje Solberg, premiata a ragione come miglior portiere della rassegna, mentre in attacco si è scatenata Linn-Kristin Riegelhuth Koren, anche lei capace di segnare dieci volte. La trentunenne è stata determinante proprio nell’ultimo minuto, quando, sul 25-25, ha realizzato le due marcature che hanno portato la Norvegia in trionfo. La Spagna, invece, ha pagato il match tutt’altro che perfetto disputato da Carmen Martín, la migliore delle sue nelle precedenti partite del torneo.

Nel primo pomeriggio, si era assegnata anche la medaglia di bronzo, vinta dalla Svezia ai danni delle campionesse uscenti del Montenegro, rimaste così fuori dal podio. Nonostante il buon primo tempo e le otto reti di Katarina Bulatović, le medagliate d’oro di due anni fa hanno concesso un 25-23 finale alle scandinave, guidate da un’ottima Isabelle Guldén, che con i sette goal di quest’oggi ha raggiunto quota 58 nel torneo, garantendosi così il titolo di miglior marcatore di tutta la competizione. La venticinquenne in forza al Viborg è stata insignita anche del premio di miglior giocatrice di questo Campionato Europeo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top